Territorio Montano, Domini Collettivi e Usi Civici

 L'Umbria è contraddistinta da una complessa orografia, dove ad elevate catene montuose si alternano estesi ambiti collinari e vaste pianure alluvionali.

La definizione di "territori montani" nasce con la Legge 25 luglio 1952, n. 991 che all'art. 1 (modificato dall'articolo unico della L.30 luglio 1957, n.657) detta i criteri di classificazione basati sull'altitudine e sul reddito imponibile medio per ettaro.

La montanità "legale" come sopra definita  si estende per circa l'87% della superficie totale regionale. Dei 92 comuni umbri,  91 sono classificati totalmente (n.69) o parzialmente (n.22) montani.
La Regione, avendo come obiettivi prioritari quelli di tutelare e sviluppare le aree montane e di assicurare alla popolazione residente condizioni di vita e di reddito adeguate, ha operato ed opera nei seguenti ambiti operativi:

  •  delimitazione dei territori montani;
  •  ordinamento delle forme di associazione dei comuni montani;
  •  applicazione delle disposizioni concernenti benefici ed agevolazioni nelle zone montane;
  •  programmazione dell'utilizzo dei fondi regionali e nazionali per lo sviluppo della montagna;
  •  tutela e valorizzazione dei prodotti non legnosi del bosco.

 Nei territori montani dell'Umbria sono ampiamente diffusi gli "Usi civici": diritti spettanti a una collettività (e ai suoi componenti), il cui contenuto consiste nel trarre utilità dalla terra, dai boschi e dalle acque (usi civici essenziali sono il diritto di legnatico e di pascolo). La legge n. 168/2017 ha individuato puntualmente i beni collettivi che, in sintesi, comprendono sia i terreni che costituiscono il patrimonio antico dell'ente collettivo, detto anche patrimonio civico o demanio civico, che le terre di proprietà di soggetti pubblici o privati sulle quali i residenti del comune o della frazione esercitano usi civici non ancora liquidati. I beni collettivi sono giuridicamente assimilati al demanio, in quanto caratterizzati da inalienabilità, imprescrittibilità e inusucapibilità, oltre che da perpetua destinazione agro-silvo-pastorale.

In Umbria sono presenti 173 enti per una superficie soggetta ad uso civico di oltre 80.000 ha (compresa quella di proprietà comunale), ed oltre 16.000 nuclei familiari interessati.


Contatti

Direzione Regionale Agricoltura, ambiente, energia, cultura, beni culturali e spettacolo
Servizio Foreste, montagna, sistemi naturalistici
dott. For. Francesco Grohmann
Sezione economia montana e usi civici
Via Mario Angeloni, 61 - 06124 Perugia
dott.ssa Agr. Francesca Pierini
Tel. 075 5045081
Fax 075 5045565