Dall'Ufficio stampa Regionale

presidente tesei a norcia e cascia per la presentazione dei progetti di ricostruzione degli ospedali

perugia, 6 mag. 021 - La presidente della Regione, Donatella Tesei, questa mattina si è recata Cascia e Norcia per due sopralluoghi nelle aree dei rispettivi ospedali in occasione della presentazione della progettazione esecutiva per il recupero delle due strutture sanitarie. Ad accogliere la presidente, accompagnata dall’assessore Enrico Melasecche, dal direttore regionale Stefano Nodessi e dal direttore della Azienda Usl Umbria 2 Massimo De Fino, sono stati i sindaci delle città, Mario De Carolis a Cascia e Nicola Alemanno a Norcia. Per ciò che riguarda Cascia (dove è stata inaugurata anche la nuova pavimentazione nei pressi del sagrato della Chiesa di Santa Rita), all’interno dell’area di proprietà dell’Azienda USLUmbria2, la Regione realizzerà un edificio destinato ad ospitare le stesse funzioni ospedaliere dell’immobile oggetto di inagibilità, ad oggi momentaneamente delocalizzate in una struttura in affitto. L’edificio verrà realizzato nuovo dalla demolizione dell’attuale e verrà configurato come ospedale di base di area territoriale, con presenti, tra l’altro, i servizi di emergenza di primo soccorso/118 e la continuità assistenziale per la gestione ottimale delle urgenze. Ulteriori indicazioni saranno comunque fornite in fase progettuale, compatibilmente con il nuovo Piano Regionale Sanitario in fase di definizione. L’aggiudicazione dei lavori è prevista entro fine anno con inizio degli stessi nei primi mesi del 2022. A Norcia, allo scopo di dotare la comunità di un livello di servizi sanitari efficienti e funzionali alle aspettative di sviluppo dell’intero territorio, si è progettata la rifunzionalizzazione del complesso Ospedaliero con particolare riferimento all’edificio ex convento, ora inagibile, in stretta collaborazione con gli uffici USL 2. Attualmente è stata affidata la progettazione mentre i lavori, il cui inizio è previsto nei primi mesi del nuovo anno, saranno appaltati tramite un appalto integrato. All'incontro era presente anche il sub commissario Fulvio Maria Soccodato che ha preso atto delle soluzioni individuate per ridare funzionalità all'ospedale in tempi rapidi e nel rispetto di tutte le dotazioni sanitarie (con progettazione esecutiva a carico dell’aggiudicatario, per la velocizzazione delle procedure).

 “Sono due opere fondamentali per i questi territori, colpiti duramente dal sisma, e per l'intera regione – ha affermato la Presidente Tesei – Le funzioni che verranno svolte nei due ospedali rientreranno nel complesso del nuovo piano sanitario e forniranno a tutta la cittadinanza servizi sanitari di qualità adeguati alle esigenze”. Soddisfazione per i progetti è stata espressa dai sindaci di Cascia e Norcia.

Nel pomeriggio sono proseguiti i lavori dei tecnici, con il sub commissario, in merito al Polo scolastico, di cui si occupa la Provincia di Perugia, e al Piano Strategico di Ricostruzione di Castelluccio.


umbriaperta, al via bando a sostegno imprese filiera del turismo nei territori del cratere sisma 2016

Perugia, 6 mag. 021 -  E’ stato pubblicato, nel Bollettino Ufficiale della Regione Umbria nr.26 del 4 maggio, il  bando a sostegno delle imprese della filiera del turismo nei territori del cratere sisma 2016. Lo comunica l’assessorato al turismo della Regione Umbria.

 Il Bando, rivolto alle imprese della filiera del turismo (del commercio, dei servizi, sportive, creative e dell’artigianato artistico), ha l’obiettivo di sostenere investimenti utili al rafforzamento, alla diversificazione ed alla innovazione delle imprese del terziario dei territori del cratere colpite dal terremoto del 2016.

    La dotazione finanziarie ammonta a un milione 50 mila euro.

    E’ previsto un contributo del 75 per cento a fondo perduto fino ad un massimo di 120 mila euro a fronte di progetti di investimento di minimo 10 mila euro che riguardano la riqualificazione delle strutture, la sostituzione di macchinari e arredi funzionali all’attività, l’innovazione tecnologica e le spese per l’organizzazione e l’offerta, comprese quelle di promo-commercializzazione, di pacchetti turistici o specifici servizi rivolti ai turisti.

    La procedura per la presentazione delle domande è a sportello, il soggetto gestore dell’intervento è Sviluppumbria. La compilazione delle Domande potrà essere effettuata a partire dal 10 maggio 2021 all'indirizzo https://servizinrete.regioe.umbria.it. L'invio delle  domande potrà essere effettuato dal 24 maggio 2021. Per maggiori informazioni visitare il sito di Sviluppumbria nella sezione Avvisi Pubblici www.sviluppumbria.it .


ricorrenza sisma, tesei: ”ferite ancora aperte, ma nostro impegno prosegue”

perugia – “L’emergenza sanitaria che stiamo vivendo non può certo distrarci dall’anniversario di un evento, le cui ferite sono ancora aperte e ben visibili, che ha segnato la nostra regione”. Lo afferma la presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei in occasione dell’anniversario del terremoto che colpì l’Umbria nel 2016. “Anche in questo periodo storico così straordinario – ha proseguito la presidente, il nostro impegno e la nostra determinazione, scevra da alibi e giustificazioni, non sono certo venuti meno. Siamo riusciti a snellire alcune procedure e liberare consistenti fondi, tasselli di un più ampio quadro che è al centro della continua interlocuzione con il Commissario alla ricostruzione Legnini e con il Governo. C’è, insomma, un’attenzione non di facciata, ma concreta, che potrà però farci sentire soddisfatti solo quando la ricostruzione vedrà la fine del suo lungo e spesso tortuoso percorso. A quattro anni da quella terribile scossa, un pensiero sincero va ai cittadini colpiti allora e che oggi sono costretti a vivere l’emergenza nell’emergenza. Più che mai l’anniversario di quest’anno deve proiettarci al domani, cercando di cogliere anche l’attuale periodo di crisi come opportunità di ripartenza” – ha sottolineato Tesei.

“Il rinnovato interesse per le aree interne ci porta a poter e dover creare un terreno fertile, fatto ad esempio di infrastrutture materiali ed immateriali, che arricchisca quei meravigliosi luoghi di opportunità per nuovi attrattivi scenari, fondamentali per permettere la rigenerazione di un territorio che porta in sé enormi potenzialità. La prima tappa rimane la ricostruzione – ha concluso la presidente, ma accanto ad essa la sfida di oggi è quella di affiancare progetti che si basino sulle peculiarità territoriali e siano volano di sviluppo nel massimo rispetto, che quei luoghi meritano, delle straordinarie caratteristiche del territorio”.

 


campagna “io non rischio”, in umbria domenica 11 le associazioni di volontariato di 8 comuni quest’anno sulle piazze digitali parlano con i cittadini di buone pratiche di protezione civile

Perugia – Torna domenica 11 ottobre anche in Umbria l’appuntamento con “Io Non Rischio”, la campagna nazionale promossa dal Dipartimento nazionale di Protezione civile, il volontariato di protezione civile, le istituzioni e il mondo della ricerca scientifica per diffondere la cultura della prevenzione e sensibilizzare sui rischi derivanti da Terremoto, Maremoto ed Alluvione.
   Giunta alla sua decima edizione, la campagna si svolge con una importante novità, dettata dall’emergenza Covid-19 e dalle necessarie precauzioni sanitarie, con le Piazze “Io Non Rischio” che quest’anno diventano Piazze Digitali.
    In Umbria, ci saranno i volontari di 13 associazioni di volontariato di protezione civile di 8 comuni ad aspettare i cittadini sulle loro pagine Facebook per parlare di prevenzione ed autoprotezione, con materiali informativi e comunicativi, riproponendo le modalità che hanno portato in questi anni a confrontarsi nelle piazze e conoscere in modo più approfondito i rischi e i comportamenti più corretti di autoprotezione da mettere in pratica.
    “Questa bellissima esperienza di dialogo non si interrompe”, sottolineano gli organizzatori della campagna “Io Non Rischio”.
   Pertanto, domenica 11, i volontari di protezione civile di: Associazione S.R.C. Ferriera; Gruppo Comunale Volontari Protezione Civile di Bastia Umbra; Ovus Organizzazione di Volontariato per l’Utilità Sociale di Corciano; Pubblica Assistenza Tifernate Croce Bianca di Città Di Castello; Raggruppamento Speciale di Protezione Civile di Perugia;      Cisom Raggruppamento – Sezione di Perugia; Gruppo Volontari Protezione Civile “Città di Foligno”; Associazione Pubblica Assistenza Croce Bianca di Foligno; Associazione Nazionale Carabinieri Nucleo Regionale Umbria; Gruppo Comunale Protezione Civile di Spoleto;      Gruppo Comunale Volontari Protezione Civile 'Civitas Interamna' di Terni;   Protezione Civile Collescipoli di Terni; Associazione AmbuLAIFE di Terni, nei comuni di Arrone; Bastia Umbra; Città Di Castello; Corciano; Foligno; Perugia; Spoleto e Terni  invitano i cittadini a partecipare agli appuntamenti nella piazza digitale su Facebook (iononrischio2020nomecomune; per la città di Perugia iononrischioPerugia2020Terremoto e www.facebook.com/events/1258079187861973 per evento alluvione, per la città di Spoleto www.facebook.com/Io-non-rischio-105966724612997), con un programma ricco di iniziative.
Ad animare la giornata della Piazza Digitale “Io Non Rischio” saranno una serie di eventi.
Possono consistere in interviste in diretta o registrate con il Sindaco oppure con testimoni di eventi del passato, conferenze con esperti di rischi o volontari che hanno partecipato a emergenze,   incontri virtuali tra «volontari di piazza» e cittadini in diretta, presentazione del Piano di protezione civile, pillole sulle buone pratiche di protezione civile, o anche un trekking urbano virtuale realizzato da personaggi locali o volontari che ripercorrano le tracce degli eventi del passato sul territorio e tante altre idee creative a cura delle Organizzazioni, per la finalità della Campagna e legate al rischio terremoto, maremoto o alluvione sul  proprio territorio.
    “Io non rischio” è nata nel 2011 per sensibilizzare la popolazione sul rischio sismico ed è promossa dal Dipartimento della Protezione Civile con Ingv-Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Anpas-Associazione Nazionale delle Pubbliche Assistenze e ReLUIS-Consorzio interuniversitario dei laboratori di Ingegneria sismica. Sul sito ufficiale della campagna, www.iononrischio.it, è possibile consultare i materiali informativi su cosa sapere e cosa fare prima, durante e dopo un terremoto, un maremoto o un’alluvione.

 


ricostruzione post sisma 2016, consegnati alla presenza dell’assessore melasecche lavori 23 alloggi ater a norcia; attivati tutti i cantieri del patrimonio abitativo pubblico in valnerina

Perugia – Alla presenza dell’assessore regionale alle Politiche della casa, Enrico Melasecche, sono stati consegnati questa mattina a Norcia, in località Case Sparse, i lavori per la ricostruzione di 23 alloggi di edilizia residenziale pubblica, in tre edifici fortemente danneggiati dopo il sisma del 2016, di proprietà dell’Ater Umbria (Azienda umbra per l’edilizia residenziale pubblica). Alla consegna hanno preso parte, tra gli altri, il sindaco di Norcia Nicola Alemanno, il presidente di Ater, Emiliano Napoletti, i rappresentanti delle ditte appaltatrici dei lavori.
   “Quello di oggi – ha sottolineato l’assessore Melasecche - è un passo importante perché è l’inizio di un nuovo corso della nuova Ater, con un nuovo Cda, con la quale abbiamo concordato una serie di interventi importanti”.
   Con la consegna di oggi vengono così attivati tutti i cantieri del patrimonio abitativo pubblico in Valnerina. “Gli interventi che realizziamo nelle zone terremotate – ha detto il presidente di Ater, Napoletti - rispondono ad un’esigenza del territorio che è quella di vedersi restituire un patrimonio abitativo che sia in condizione di permettere agli abitanti e residenti di vivere questi luoghi bellissimi con la sicurezza e la tranquillità che meritano. L’impegno di Ater Umbria sarà orientato a realizzare tutto nel più breve tempo possibile perché ci si rende conto che l’efficacia della tempestività è un’esigenza sentita dalle famiglie”.  
   Il costo del singolo intervento è di circa 2 milioni di euro. Con quelli di Case Sparse di Norcia tutti i cantieri di edilizia residenziale pubblica sono attivi nel 'Cratere' del sisma 2016. Gli interventi rientrano in un programma di più ampio respiro, che segue specifiche Ordinanze commissariali, emanate a partire dal 2017, e che comprende la ricostruzione di 53 alloggi (per un investimento complessivo di oltre 8 milioni di euro) situati in varie località della Valnerina: Postignano di Sellano, Norcia via Case Sparse (tre palazzine), Preci in via De Gasperi e Saccovescio, Cascia e Cerreto di Spoleto in località Triponzo. Tutte le fasi delle procedure di affidamento sono state sottoposte a verifica preventiva da parte dell’Anac, l’Autorità nazionale anticorruzione. Per il sindaco di Norcia Alemanno: “È un segnale di ripartenza, questi sono cantieri importanti per la nostra zona e per la nostra comunità. Un piccolo mattone che mettiamo sul nostro muro della speranza che ogni giorno si arricchisce di qualcosa”.                                           
Da segnalare il finanziamento di un “Secondo Programma di opere pubbliche in materia di riparazione del patrimonio edilizio pubblico suscettibile di destinazione abitativa” che comprende 11 interventi di ripristino del rimanente patrimonio di edilizia residenziale pubblica danneggiato dal sisma, tra Preci e Cascia. In questo caso l’importo complessivo finanziato è di oltre 11 milioni di euro. L’Ater interverrà anche su buona parte del patrimonio comunque compreso nei comuni del “cratere” e di fatto non danneggiato dal sisma, al fine di garantire anche per questi fabbricati gli stessi livelli di sicurezza di quelli già oggetto di intervento.
   In tal senso, Ater Umbria ha già redatto lo studio di fattibilità per oltre 50 localizzazioni e un importo di progetto che, nonostante si sia ancora in corso di identificazione dei fabbisogni, supera i 40 milioni di euro da coprire, dal punto di vista finanziario, con i meccanismi  del cosiddetto  “Sismabonus”, avvalendosi anche della collaborazione con l’Università Bocconi di Milano, per individuare e realizzare un progetto di riqualificazione, sismica ma anche energetica, che possa dare slancio alle imprese locali e benefici alle famiglie assegnatarie.

 


Contatti

C.O.R. Centro Operativo Regionale
Via Romana Vecchia, 06034 Foligno (PG)
Tel. +39 0742 630 777

Email - Posta Elettronica Certificata


Tutti i contatti e riferimenti utili