12.1 - Indennità per le zone agricole Natura 2000

La sottomisura mira alla conservazione di habitat prativi e arbustivi di interesse comunitario situati in pianura o in ambienti pedo-collinari. Questi ambienti hanno grande rilevanza nella salvaguardia della biodiversità e forniscono importanti servizi ecosistemici in particolare nei confronti della fauna ornitica. 

 

Tali habitat prativi e arbustivi sono situati in aree ad elevata vocazione produttiva per cui sono soggetti a forti pressioni per la loro conversione a seminativo o altre colture da reddito.  

 

La sottomisura indennizza il mancato reddito derivante dagli obblighi legati al mantenimento degli habitat prativi e arbustivi naturali e seminaturali situati all'interno della rete Natura 2000 e riconosciuti quali habitat 4030, 4060, 4090, 5130, 6110, 6170, 6210, 6220, 6230, 6420, 6430, 6510, (7210, 7220 e 7230) non gestiti attraverso il pascolo permanete (Limite della condizionalità standard 4.1). 

 

L'indennità è sottesa alle misure di conservazione (contenute nei Piani di Gestione approvati) imposte sugli habitat prativi e arbustivi all'interno della rete Natura 2000; tali misure sono legate alla tutela e conservazione degli habitat e nello specifico sono riferiti a:

  • divieto di lavorazione e messa a coltura dei pascoli e dei prati-pascoli;
  • divieto di forestazione artificiale di prati, pascoli, arbusteti e brughiere. 

 

 

Tipo di sostegno:

 

  

Indennizzo ad ettaro.

 

 

Beneficiari:

 

 

  • Soggetti privati: persone fisiche e loro associati; 
  • Persone giuridiche di diritto privato e loro associazioni. 
  • Autorità pubbliche: Regione, Comuni e loro associazioni; 
  • Proprietà collettive aventi terreni in uso comune quali le comunanze agrarie o simili. 

 

 

Spese elegibili:

 

  

L'importo annuale dell'indennità è calcolato per ettaro di superficie sulla base delle perdite di reddito e dei costi aggiuntivi legati ai requisiti e agli svantaggi definiti per i siti Natura 2000. 

 

 

Condizioni di ammissibilità:

 

 

Sono ammissibili all'aiuto i terreni agricoli, riconosciuti quali habitat prativi e arbustivi localizzati nelle aree Natura 2000, designate ai sensi delle direttive 92/43/CEE e 2009/147/CE, e nelle altre aree naturali protette delimitate soggette a vincoli ambientali.

 

 

Principi relativi alla definizione dei criteri di selezione:

 

 

I criteri di selezione riguardano la localizzazione delle unità prative e arbustive sulla base delle seguenti priorità: 

  • unità prative e arbustive localizzate al'interno dei siti della rete Natura 2000; 
  • unità prative e arbustive localizzate all'interno di Aree Protette Regionali (L.R. 9/95). 

 

 

Importi e tassi di sostegno: 

 

 

L'importo annuale dell'indennità è pari a 500 euro/ha/anno per i primi 5 anni e 200 euro/ha/anno per i successivi 3 anni. 


Contatti