6.2 - aiuti all'avviamento di impresa per le attività extra agricole nelle aree rurali
PROVVEDIMENTI EMERGENZA COVID-19
  •  ​Tipologia di intervento 6.2.1

Proroga al 10 maggio 2020 delle scadenze dei termini  per la presentazione di osservazioni scritte o documentazione integrativa giustificativa a seguito di comunicazione di avvio di procedimento di decadenza

Determinazione dirigenziale n. 3183 del 15/04/2020.

 

per contatti: gleti@regione.umbria.it 

La presente sottomisura contribuisce allo sviluppo occupazionale, sostenendo il ruolo della microimprenditoria e della piccola impresa nel rafforzamento del tessuto economico e sociale delle aree rurali. Essa è finalizzata a favorire l'avviamento di microimprese e piccole imprese in zone rurali, con particolare attenzione alle zone con difficoltà di sviluppo, favorendo in tal modo la creazione di posti di lavoro e la creazione di servizi utili alle comunità locali. 

 

 

Tipo di sostegno:

 

  

Il supporto sarà corrisposto nella forma del premio unico, da erogarsi in un minimo di due tranches, l'ultima delle quali a seguito di verifica del Piano di Sviluppo Aziendale (PSA) o Business Plan. 

 

 

Beneficiari: 

 

 

 

 

Spese eleggibili:

 

 

Il premio potrà essere quantificato sulla base dell'impegno economico previsto dal PSA  sulle seguenti spese: 

  • adeguamenti strutturali strettamente connessi alla funzionalità dell'impresa; 
  • consulenze specialistiche per la redazione del progetto di impresa e per la redazione del PSA;
  • spese di costituzione societaria; 
  • spese per il tutoraggio, costi di esercizio e spese amministrative per i primi due anni di attività; 
  • acquisto di arredi strettamente funzionali alla tipologia di attività esercitata; 
  • acquisto ed istallazione di impianti, macchinari, strumenti ed attrezzature (compresi HW di nuova generazione, che assicurino elevati standard prestazionali);
  • consulenze specialistiche e spese generali (progettazione, direzione lavori e simili). 

 

 

Condizioni di ammissibilità:

 

 

Presentazione di un Piano di Sviluppo Aziendale  secondo quanto previsto all'art. 5, paragrafo 1,  punto b) del Regolamento delegato della Commissione. 

 

 

Principi relativi alla definizione dei criteri di selezione: 

 

I criteri di selezione saranno definiti con l'attribuzione di punteggi coerenti con i seguenti principi: 

  • Pertinenza e coerenza rispetto alla sottomisura; 
  • Qualità dell'operazione proposta; 
  • Misurabilità e verificabilità dei criteri utilizzati; 
  • Coerenza con gli obiettivi trasversali (ambiente clima e innovazione); 
  • Targeting settoriale e localizzativo. 

 

 

Importi e tassi di sostegno: 

 

 

Sovvenzione a fondo perduto per un importo massimo di euro 70.000,00 per beneficiario a copertura dei costi e degli investimenti previsti dal PSA.  L'aiuto verrà altresì concesso attraverso altri strumenti finanziari.


Contatti