6.1 - aiuti all'avviamento di imprese per i giovani agricoltori
PROVVEDIMENTI EMERGENZA COVID-19
  • Tipologia di intervento 6.1.1

Differimento di 3 (tre) mesi delle scadenze di termini previste nei nulla osta di concessione degli aiuti successive al 22/02/2020 relative alle domande di pagamento

Determinazione dirigenziale n. 2631 del 24/03/2020.

 

per contatti: mmenaguale@regione.umbria.it

La sottomisura mira a favorire il ricambio generazionale dell'agricoltura umbra che ha un indice di invecchiamento superiore alla media nazionale, con l'obiettivo di potenziare la competitività del settore, attraverso l'inserimento di conduttori giovani e dinamici, disposti a introdurre soluzioni tecniche ed organizzative innovative e migliorare la gestione aziendale, anche in termini ambientali. 

Oltre alla sottomisura dell'insediamento, sono attivabili  pacchetti aziendali di sostegno attravero  misure/sottomisure relative alla formazione del capitale umano, alla consulenza tecnica, agli investimenti aziendali e di  diversificazione delle attività aziendali. 

 

In sintesi, la sottomisura intende  conseguire i seguenti obiettivi: 

  • mantenere i giovani nei territori rurali favorendone l'inserimento in imprese agricole vitali; 
  • diminuire l'età media dei conduttori di imprese agricole favorendo il ricambio generazionale; 
  • migliorare l'efficienza delle imprese favorendo l'inserimento di giovani qualificati. 

 

 

Tipo di sostegno:

 

 

Il sostegno è erogato sotto forma di premio di primo insediamento ai giovani agricoltori come pagamento forfettario da erogarsi in un minimo di 2 rate, l'ultima delle quali a seguito della verifica della realizzazione del Piano di sviluppo aziendale o business plan (PSA).  

Il pagamento dell'ultima rata è comunque subordinato alla verifica in ordine alla completa realizzazione degli interventi previsti e al raggiungimento degli obiettivi programmati nel Piano aziendale ivi compresa l'acquisizione delle competenze professionali se non possedute al momento della presentazione della domanda di aiuto.  

 

Il sostegno è erogato nell'arco di un periodo massimo di tre anni in una delle seguenti forme: 

  • premio per il 100%; 
  • quota in premio e quota attraverso altri strumenti finanziari. 

Al fine di garantire il recupero di eventuali somme erogate in presenza di non ottemperanza o incongruenze, il giovane insediato è tenuto a produrre idonea garanzia fideiussoria. 

Nell'ambito dei pacchetti integrati aziendali (PIA), deve essere garantito il sostegno da parte delle altre misure/sottomisure attivate unitamente al sostegno previsto dalla presente sottomisura. Resta inteso che per tali progetti integrati aziendali  il giovane deve garantire il rispetto delle condizioni di ammissibilità previste dalle  diverse sottomisure o tipi di operazione. 

 

Le sottomisure che possono far parte del pacchetto integrato aziendale (PIA) a favore dei giovani agricoltori che effettuano il primo insediamento sono: 1.1, 1.3, 4.1, 6.4

 

 

Beneficiari:

 

 

Giovani agricoltori di età non superiore a 40 anni al momento della presentazione della domanda di sostegno in possesso di adeguate qualifiche e competenze professionali e che si insediano per la prima volta in un'azienda agricola in qualità di capo azienda. 

Tuttavia, un  periodo di grazia, non superiore ai 36 mesi dalla data della singola decisione di concessione del sostegno, è accordato al beneficiario per soddisfare le condizioni relative all'acquisizione delle competenze professionali se non possedute al momento della presentazione della domanda di aiuto. 

Allorché un giovane agricoltore non si insedia nell'azienda come unico capo della stessa, le condizioni specifiche per  l'accesso al finanziamento sono equivalenti a quelle richieste per un giovane agricoltore che si insedia come unico capo dell'azienda.  

Anche il giovane agricoltore che si insedia nell'ambito di un'azienda di proprietà di una persona giuridica può beneficiare del sostegno previsto dalla presente sottomisura a condizione che sia in grado di dimostrare il controllo efficace e a lungo termine sulla persona giuridica in termini di decisioni connesse alla gestione, ai benefici e ai rischi finanziari evitando di consentire a soggetti non agricoltori di bloccare le sue decisioni. Se più persone fisiche, incluse persone che non sono giovani agricoltori, partecipano al capitale o alla gestione della persona giuridica il giovane agricoltore deve essere in grado di esercitare tale controllo efficace e a lungo termine o da solo o congiuntamente ad altri agricoltori. 

Laddove una persona giuridica sia da sola o congiuntamente controllata da un'altra persona giuridica, i suddetti requisiti si applicano ad ogni persona fisica che abbia il controllo sulla persona giuridica in parola. 

In tutti i casi d'insediamento nell'ambito di persone giuridiche il giovane insediato deve dimostrare il possesso di almeno il 25% delle quote societarie. 

 

 

Costi ammissibili: 

 

 

Spese connesse alla realizzazione del piano di sviluppo aziendale: 

  • insediamento quali per esempio le spese notarili e le consulenze; 
  • investimenti mobiliari e immobiliari collegati all'insediamento; 
  • spese di esercizio per la normale attività dell'azienda oggetto dell'insediamento; 
  • acquisto di terreni;  
  • acquisto di diritti di produzione agricola;  
  • acquisto di bestiame.

 

In presenza di finanziamento assentito nell'ambito di pacchetti integrati aziendali (PIA) le complessive spese del piano aziendale potranno essere finanziate ai sensi di misure/sottomisure diverse dalla presente a condizione che l'aiuto accordato per il primo insediamento venga scomputato dal volume complessivo degli investimenti finanziati. L'aiuto relativo alle altre misure/sottomisure attivate nel pacchetto Integrato aziendale viene erogato secondo le modalità previste nelle specifiche schede di misura/sottomisura. 

 

 

Condizioni di ammissibilità:

  

Requisiti soggettivi:

  • età compresa tra i 18 anni (compiuti) ed i 40 anni (non compiuti) al momento della presentazione della domanda; 
  • possesso di conoscenze e competenze professionali adeguate al momento della presentazione della domanda di sostegno o al più tardi entro tre anni dalla data di adozione della decisione individuale di concedere il sostegno;  
  • possesso del requisito di agricoltore in attività‖ ai sensi dell'articolo 9 del Reg. (UE) n. 1307/2013, al più tardi,  entro 18 mesi dalla data di insediamento. 

 

Requisiti oggettivi:

  • effettuare il primo insediamento in una azienda agricola in qualità di capo dell'azienda e impegno a proseguire nella conduzione della stessa per almeno cinque anni decorrenti dalla data di completamento del piano aziendale, nonché rimanere regolarmente iscritto al regime previdenziale agricolo per il medesimo periodo. L'azienda oggetto dell'insediamento deve rientrare in una classe di dimensione economica superiore alla III, come definita all'allegato II del Reg. (CE) n. 1242/2008  che istituisce una tipologia comunitaria delle aziende agricole; 
  • presentazione di un piano aziendale che dimostri il collegamento tra l'aiuto richiesto e i costi che s'intendono sostenere per la realizzazione del medesimo. Il piano deve essere avviato entro 6 mesi dalla data della decisione di concedere il sostegno.

 

In caso di più di un insediamento nella medesima azienda le condizioni di cui sopra devono essere soddisfatte per ogni giovane agricoltore insediato. 

 

Non sono ammissibili al sostegno i giovani agricoltori che assumono la titolarità civile e fiscale di un'azienda agricola derivante dal trasferimento, anche per quota, in ambito familiare.

 

 Non è consentita l'erogazione di più di due premi di insediamento per azienda. 

 

Il sostegno è limitato alle aziende che rientrano nella definizione di microimpresa  o di piccola impresa ai sensi dell'Allegato I alla Raccomandazione 2003/361/CE.

 

 

Principi relativi alla definizione dei criteri di selezione: 

 

I criteri di selezione saranno definiti con l'attribuzione di punteggi coerenti con i seguenti principi: 

  • Pertinenza e coerenza rispetto alla sottomisura; 
  • Qualità dell'operazione proposta; 
  • Misurabilità e verificabilità dei criteri utilizzati; 
  • Coerenza con gli obiettivi trasversali (ambiente clima e innovazione); 
  • Targeting settoriale e localizzativo. 

 

 

Importi e tassi di sostegno: 

 

Aiuto all'insediamento (premio ed eventuali altri strumenti finanziari se previsti in sede di implementazione): 

  • euro 35.000 per insediamenti con impegno di almeno 5 anni; 
  • euro 7.000 per ogni anno d'impegno aggiuntivo fino a 10, per un importo massimo complessivo di euro 70.000.  

 

Il premio all'insediamento viene erogato in due rate: 

  • la prima, pari al 50% dell'importo, dopo la singola decisione di concessione del sostegno previa costituzione di polizza fideiussoria pari al 100% del valore della rata; 
  • la seconda, a saldo, una volta completato il piano aziendale. 

 

Qualora a piano ultimato il giovane non avesse ancora acquisito le adeguate qualifiche e competenze professionali, la seconda rata è liquidata a fronte della presentazione di idonea garanzia fideiussoria.

  • Tipologia di intervento 6.1.1

Differimento di 3 (tre) mesi delle scadenze di termini previste nei nulla osta di concessione degli aiuti successive al 22/02/2020 relative alle domande di pagamento

Determinazione dirigenziale n. 2631 del 24/03/2020.

per contatti: mmenaguale@regione.umbria.it


Contatti