14.b - Introduzione e mantenimento del metodo di allevamento bovino linea vacca-vitello

La sottomisura mira a favorire l'introduzione e/o mantenimento dell'allevamento bovino linea vacca-vitello nel rispetto di alcuni requisiti minimi.  

L'obiettivo è quello di incentivare un progressivo miglioramento delle condizioni di allevamento degli animali al di sopra del minimo previsto dalle norme di riferimento. 

 

 

Tipo  di sostegno:

 

 

Indennizzo annuo per UBA a compensazione dei maggiori costi o ridotti ricavi derivanti dall'applicazione delle metodologie di allevamento previste dalla presente operazione. 

La durata degli impegni è di cinque anni. 

 

 

Beneficiari:

 

 

Agricoltori in attività, come definiti dall'articolo 9 del Reg. (UE) n. 1307/2013 che esercitano attività di allevamento nel territorio regionale. 

 

 

Costi ammissibili:

 

 

Sono ammissibili al sostegno le compensazioni che corrispondono a quanto disposto al comma 3 dell'art. 33 del Reg. (UE) n. 1305/2013.  

 

 

Condizioni di ammissibilità:

 

Il beneficiario deve impegnarsi al rispetto dei seguenti requisiti:

 

  • Alimentazione dei vitelli con allattamento naturale e libertà di pascolamento fino allo svezzamento; 
  • Mantenimento delle mandrie (vacche nutrici e vitelli appena nati) al pascolo nella stagione primaverile-estiva per 6-8 mesi, a seconda della latitudine, altimetria, e regime pluviometrico della zona, ed in stalla nel corso dei mesi invernali; 
  • Superficie a disposizione per il pascolamento pari a 5.000 mq per ogni vacca e vitello; 
  • Superficie a disposizione nei ricoveri pari a 4 mq per ogni vitello.

 

Al fine di acquisire le necessarie competenze professionali per la gestione dell'allevamento adottando gli impegni previsti dall'operazione, il beneficiario, durante il primo anno di impegno, dovrà frequentare con profitto un corso di formazione professionale della durata di 15 ore sulle tematiche aggetto degli impegni assunti. Nei successivi anni di impegno l'attività di allevamento dovrà essere affiancata da un'attività di tutoraggio di almeno 12 ore complessive, mirate all'acquisizione di competenze correlate all'attuazione degli impegni assunti. 

 

 

Principi per la definizione dei criteri di selezione:

 

Si individuano i seguenti principi per la definizione dei criteri di selezione: 

  • Età e genere del beneficiario; 
  • Maggiori benefici di benessere animale determinati sulla base della dimensione aziendale; 
  • Partecipazione a forme associate o di filiera; 
  • Sinergia con altre misure del PSR 2014/2020 finalizzate al benessere animale. 

 

 

Importi applicabili e tassi di sostegno:

 

 

L'importo annuale del pagamento è calcolato fino al massimale di euro 281,00 per UBA/anno. 


Contatti