Indietro

Calamità naturali

Calamità naturali
I danni arrecati al settore agricolo da eventi riconducibili ad avversità atmosferiche o calamità naturali possono essere oggetto di indennizzo, come stabilito dal Decreto Legislativo n. 102/2004 e successive modifiche integrazioni. In tali evenienze, la Regione si attiva presso il Ministero per l’agricoltura la sovranità alimentare e delle foreste (MASAF) per consentire l'eventuale riconoscimento di benefici economici a favore delle zone colpite, a valere sul Fondo di Solidarietà Nazionale (FSN). I benefici di cui al D. Lgs n. 102/2004 costituiscono, ai sensi della normativa comunitaria, “Aiuti di Stato” e, come tali, a far data dal 12 agosto 2017, sono soggetti a registrazione obbligatoria, come previsto dall'art. 52 della legge n. 234 del 2012 che ha disposto l’istituzione del Registro nazionale degli Aiuti di Stato.

A partire dalla campagna 2023 è entrato in funzione AGRICAT, il nuovo strumento per la gestione dei danni alle produzioni vegetali da avversità catastrofali (siccità - gelo/brina - alluvioni)

AGRICAT è il fondo mutualistico nazionale gestito dalla società AGRI – CAT s.r.l. dedicato a tutte le aziende agricole percettrici di pagamenti diretti PAC e finalizzato alla copertura dei danni catastrofali, meteoclimatici alle produzioni agricole.

Tutte le informazioni qui

 

DANNI DA PERONOSPORA 

PRESENTAZIONE DOMANDE DI CONTRIBUTO    

Con d.p.g.r.  n. 16 del 27/03/2024 sono state delimitate le aree interessate dai danni derivanti dagli attacchi di peronospora registrati nel corso del 2023. Come disposto dal DM n. 0690595 del 15 dicembre 2023, la gestione delle domande di contributo sarà gestita direttamente da AGEA. Le istanze di contributo andranno presentate tramite il portale SIAN secondo le modalità rese note dall’Organismo pagatore AGEA.

Il termine per la presentazione delle domande è fissato entro 45 giorni decorrenti dalla data di pubblicazione in GURI del decreto con il quale il ministero dichiara lo stato di eccezionalità dell’evento avverso per la Regione Umbria.

Con DM del 24 gennaio 2024, pubblicato in G.U.R.I. n. 74 del 28 marzo 2024, il MASAF ha riconosciuto il carattere di eccezionalità delle infezioni di peronospora (Plasmopara viticola) in alcuni territori della Regione Umbria.

Nelle zone interessate dall’evento avverso (distinte per Comune e fogli di mappa come riportato nel D.P.G.R. n. 16 del 27 marzo 2024), per il quale è stato dichiarato il carattere di eccezionalità, trovano applicazione le specifiche misure di intervento previste dal D. lgs 102/2004 con le modalità previste dal DL 10 agosto 2023, convertito con modificazioni dalla legge 9 ottobre 2023, n. 136.

Come riportato dalla declaratoria di eccezionalità, a favore delle imprese ricadenti nelle zone delimitate, possono essere riconosciute tutte le provvidenze di cui all’articolo 5, comma 2, lettere a), b), c) e d) del D.Lgs n. 102/2004.

 

 

 Siccità 2022

 

Per i danni causati dalla siccità 2022, le aziende che hanno presentato domanda di contributo, a valere sul Fondo di Solidarietà Nazionale (ex d.lgs 102/2004) e che risultano istruite positivamente, possono accedere anche ad un sostegno finanziario di emergenza, ai sensi del Reg. di esecuzione (UE) 2023/1465.  

A tal fine è necessario presentare, entro e non oltre il 16 novembre p.v., apposita domanda precompilata tramite il portale SIAN, seguendo le indicazioni fornite dall’Organismo Pagatore AGEA, contenute nella circolare “Istruzioni operative n. 98”.

L’elenco delle domande presentate a valere sul FSN, istruite positivamente è stato approvato con D.D. n. 7049 del 28 giugno 2023, pubblicata sul BURU n. 34 del 12 luglio 2023.

 

 

Piogge alluvionali 23 e 30 giugno 

 

Proroga bando misura 5.2.1 del Psr Umbria 2014 - 2022

 

Con D.D. n. 584 del 18 gennaio 2024 (in pubblicazione sul BURU, presumibilmente, il 31 gennaio 2024) sono stati prorogati i termini di presentazione delle domande di aiuto a valere sulla Misura 5.2.1. SCADENZA FISSATA AL 16 FEBBRAIO 2024.

 

 

Riapertura bando misura 5.2.1 del Psr Umbria 2014 - 2022

 

Con D.D. n. 13898 del 22 dicembre 2023 sono stati riaperti i termini di presentazione delle domande di aiuto a valere sulla Misura 5.2.1, che andrà in pubblicazione sul BURU, presumibilmente, il 3 gennaio 2024. SCADENZA fissata al 18 gennaio 2024.

 

DANNI ALLE STRUTTURE E INFRASTRUTTURE

 

A seguito delle piogge alluvionali registrate il 23 giugno 2023, alle quali si sono aggiunte ulteriori, consistenti fenomeni temporaleschi in data 30 giugno 2023, la Giunta regionale con propria deliberazione del 20 settembre 2023, n. 953 ha disposto l’attivazione delle procedure per richiedere il riconoscimento del carattere di eccezionalità dell’evento da parte del MASAF.

Con successivo Decreto della Presidente della Giunta regionale n. 51 del 26 settembre 2023 si è provveduto a delimitare le aree interessate e a specificare le provvidenze.

Nelle more del riconoscimento da parte del MASAF, le aziende che hanno segnalato i danni, per le quali l’AFOR ha verificato il rispetto dei requisiti previsti dal D.lgs 102/2004, possono presentare, come previsto dalla DGR 953/2023, in alternativa, domanda di sostegno a valere sulla misura 5.2.1 del PSR per l’Umbria 2014 – 2022 ai sensi del bando pubblico adottato con D.D. 8696/2022, i cui termini di presentazione sono stati riaperti con D.D. n. 10340/2023 che andrà in pubblicazione nel prossimo numero utile del Bollettino Ufficiale della Regione Umbria, dell’11 ottobre 2023. 

La scadenza del Bando per la presentazione delle domande è stata prorogata al 27 novembre 2023.

Tutte le informazioni sulla pagina BANDI: https://www.regione.umbria.it/la-regione/bandi

 

 

Danni da peronospora

 

News  DANNI DA PERONOSPORA - termine per le segnalazioni dei danni - aggiornamento al 27 settembre 2023

 

ll Decreto Legge 10 agosto 2023, n. 104 (c.d. Decreto Omnibus), recante “Disposizioni urgenti a tutela degli utenti, in materia di attività economiche e finanziarie e investimenti strategici”, entrato in vigore l’11 agosto 2023 (giorno successivo a quello della sua pubblicazione in G.U) che introduce misure urgenti per le produzioni viticole colpite dalla peronospora che non beneficiano di risarcimenti derivanti da polizze assicurative o da fondi mutualistici per favorire la ripresa dell’attività economica e produttiva di cui all’articolo 5, comma 2, del decreto legislativo 29 marzo 2004, n. 102, concluderà il suo iter per la conversione in legge entro il prossimo 9 ottobre.

 

Come previsto dal decreto le regioni territorialmente competenti possono deliberare la proposta di declaratoria di eccezionalità degli eventi entro il termine perentorio di sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto stesso.

 

Pertanto, il termine ultimo per l’invio, tramite Front – end regionale, delle segnalazioni dei danni (se superiori al 30% della PLV aziendale) è fissato al 9 ottobre 2023.

 

In data 9 ottobre 2023 è stata approvata la Legge n. 136 di conversione del DL 10/08/2023, n.104. La legge, entrata in vigore il 10 ottobre 2023.

In sede di conversione la dotazione finanziaria del fondo di solidarietà è stata innalzata a 7 milioni di euro.

Ai fini della ripartizione delle somme la legge dispone che venga effettuata con preferenza per le imprese agricole che, in coerenza con le buone pratiche agricole, dimostrino di aver sostenuto costi finalizzati a trattamenti preventivi di contrasto agli attacchi di peronospora.

 

 

 

Sisma 9 marzo 2023

 

Attenzione: dal 29 settembre 2021 le segnalazioni dei danni e le relative istanze di contributo devono essere presentate on line.

Con Determinazione Dirigenziale n. 9191 del 20 settembre 2021 (pubblicata nel BURU n. 58 del 29/09/2021) è stato disposto che a partire dal 29 settembre 2021  le segnalazioni/istanze riferite ai danni derivanti da calamità naturali devono essere presentate esclusivamente tramite Front End regionale

 

Procedura per la concessione degli aiuti:

  • Segnalazione del danno (entro 20 giorni dall’evento): l’azienda interessata presenta al Servizio regionale competente per materia la segnalazione del danno redatta sull’apposito modello disponibile nel Front-end regionale e sottoscritta con firma digitale in formato.p7m.
  • Delimitazione dell’area interessata: sulla base delle segnalazioni pervenute, la Regione, per il tramite delle strutture deputate alle verifiche, delimita l’area interessata dall’evento calamitoso. La delimitazione dell’area colpita viene formalizzata mediante decreto del Presidente della Giunta Regionale.
  • Riconoscimento dell’evento calamitoso: il MASAF, su richiesta della Regione, riconosce il carattere di eccezionalità dell’evento calamitoso a favore delle aree danneggiate, come delimitate con decreto del Presidente della Giunta regionale, e assegna le risorse.
  • Presentazione delle domande: per i danni accertati, le aziende che previamente abbiano effettuato la segnalazione del danno, possono presentare domanda di concessione degli aiuti, a pena di decadenza, nel periodo compreso tra la data di pubblicazione integrale del decreto del Presidente della Giunta regionale nel Bollettino Ufficiale della Regione Umbria ed il quarantacinquesimo giorno successivo alla data di pubblicazione, nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, del decreto ministeriale di riconoscimento del carattere di eccezionalità dell’evento calamitoso.
  • Modalità di presentazione delle segnalazioni e delle domande (qui il manuale): sia le segnalazioni che le domande devono essere presentate accedendo alla procedura informatizza disponibile nel FRONT END del sito istituzionale della

Chi può richiedere la concessione degli aiuti

Possono beneficiare degli aiuti, le imprese agricole di cui all'articolo 2135 del codice civile, ivi comprese le cooperative che svolgono l'attività di produzione agricola, che risultino:

  • iscritte nel Registro delle Imprese o nell'Anagrafe delle Imprese Agricole istituita presso le Province autonome oppure che risultino esenti dall’obbligo di iscrizione (impresa agricola avente volume di affari inferiore al limite minimo fissato dalle normative vigenti);
  • ricadenti nelle zone delimitate con decreto del Presidente della Giunta regionale, ai sensi dell'articolo 6 del D. Lgs. 102/2004;
  • che abbiano subito danni, superiori al 30 % della produzione lorda vendibile, non inseriti nel Piano di gestione dei rischi in agricoltura.

 

 

Sisma 9 marzo 2023

 

A seguito del sisma registrato il 9 marzo 2023, in esito alle segnalazioni pervenute, la Giunta regionale con propria deliberazione del 24 maggio 2023, n. 520 (link) ha disposto l’attivazione delle procedure per richiedere il riconoscimento del carattere di eccezionalità dell’evento da parte del MASAF.

Con successivo Decreto della Presidente della Giunta regionale n. 29 del 29 maggio 2023 si è provveduto a delimitare le aree interessate e a specificare le provvidenze.

Nelle more del riconoscimento da parte del MASAF, le aziende che hanno segnalato i danni, per le quali l’AFOR ha verificato il rispetto dei requisiti previsti dal D.lgs 102/2004, possono presentare, come previsto dalla DGR 520/2023, in alternativa, domanda di sostegno a valere sulla misura 5.2.1 del PSR per l’Umbria 2014 – 2022 ai sensi del bando pubblico adottato con D.D. 8696/2022, i cui termini di presentazione sono stati riaperti con D.D. n. 5833/2023 pubblicata sul BURU n. 29 del 7 giugno 2023.

Tutte le informazioni sulla pagina BANDI: https://www.regione.umbria.it/la-regione/bandi


Sezione Interventi per le produzioni animali, Pesca Professionale e Acquacoltura
Dott.ssa Brunella Bogini
Via Mario Angeloni, 61 - 06124 Perugia
Tel. 07550462469
Fax 0755045565