Domanda e offerta turistica in Umbria nel 2013
Nota importante
Dal mese di agosto 2013, ai sensi della LR 13/2013 "Testo unico in materia di turismo", non vengono più rilevati i dati della tipologia "Case/appartamenti locati ad uso turistico". Al fine di consentire un corretto confronto con i dati dello stesso periodo dell'anno precedente, sono stati esclusi i dati da agosto a dicembre 2012 relativi a tale tipologia, pari a 5.843 arrivi e 66.055 presenze.

Nell'anno 2013 le strutture ricettive umbre hanno complessivamente dichiarato

         2.190.143      arrivi
         5.763.799      presenze

con una variazione del +0,12% negli arrivi e -2,17% nelle presenze rispetto al 2012. Si registra un incremento dei flussi dei turisti stranieri (+2,37% arrivi e +0,69% presenze) a fronte di un calo dei flussi dei turisti italiani (-0,78% arrivi e -3,78% presenze).
L'anno si chiude con un aumento sia di arrivi che di presenze nei comprensori Assisano (+5,81% arrivi e +5,65% presenze), Tuderte (+8,23% arrivi e +1,83% presenze) e Spoletino (+5,28% arrivi e +4,98% presenze). Aumentano solo gli arrivi nei comprensori Valnerina (+2,49% arrivi e -1,30% presenze), Amerino (+1,91% arrivi e -3,75% presenze) e Orvietano (+0,69% arrivi e -0,89% presenze). Variazioni negative negli altri comprensori.

Le principali correnti italiane si confermano Lazio, Lombardia, Campania, Puglia, Toscana, tutte in calo rispetto al 2012 ad eccezione di un aumento negli arrivi da Lombardia e Toscana. Tra quelle che generano oltre 150.000 presenze, aumentano i flussi dal Veneto (+3,38% arrivi e +0,32% presenze), dalla Sicilia (+15,14% arrivi e +14,01% presenze) e dal Piemonte (+2,30% arrivi e +0,39% presenze).
Le principali correnti straniere si confermano Paesi Bassi, Germania, USA e Belgio, tutte in calo rispetto al 2012 ad eccezione di un aumento nelle presenze USA. Tra quelle che generano oltre 100.000 presenze, aumentano i flussi turistici dal Regno Unito ( +10,35% arrivi e +15,24% presenze) e dalla Francia (+3,03% arrivi e +1,84% presenze). Molto positivo l'incremento dei flussi dalla Cina (+22,61% arrivi e +15,90% presenze).

In relazione all'incidenza nel totale dei flussi turistici, i turisti italiani incidono per il 71% negli arrivi e per il 63% nelle presenze, mentre i turisti stranieri incidono per il 29% negli arrivi e il 37% nelle presenze. Nei due grafici sottostanti è rilevata la stagionalità della percentuale di incidenza degli arrivi e presenze di italiani e stranieri sui flussi complessivi.
La permanenza media dei turisti, complessivamente considerati, è mediamente di 2,6 gg (-2,29% rispetto al 2012); 2,0 gg negli esercizi alberghieri (-2,68%) e 4,1 gg negli extralberghieri (-1,31%).
Quanto alla Distribuzione media per tipologia/categoria di struttura, il 51,5% dei turisti ha soggiornato in strutture alberghiere e il 48,5% in quelle extralberghiere, in misura pressoché invariata rispetto al 2012.

L'offerta turistica regionale, al netto della tipologia "Case locate ad uso turistico" cessate ex lege al 31/07/2013, evidenzia un incremento degli alberghi a 4 stelle e delle Residenze d'epoca, mentre calano gli alberghi a 1 e 2 stelle; nel settore extralberghiero aumentano Affittacamere, Agriturismi, Bed & Breakfast, Case per ferie e Case religiose di ospitalità.
L'indice di utilizzo medio si attesta complessivamente al 19,8% (-1,27% rispetto al 2012); negli esercizi alberghieri è pari al 30,4% (-0,16%) e in quelli extralberghieri è del 14,4% (-1,88%).

Nel complesso degli esercizi alberghieri il 2013 si chiude con un aumento negli arrivi e un calo nelle presenze (+0,63% arrivi e -2,07% presenze); a fronte di un incremento di oltre il 3% dei flussi dei turisti stranieri (+3,14% arrivi e +3,10% presenze) si registra una diminuzione dei flussi dei turisti italiani (-0,37% arrivi e -4,30% presenze). Aumentano i flussi nei comprensori Assisano, Valnerina, Tuderte, Spoletino e Amerino con variazioni tra il +4,63% e +10,68% negli arrivi e tra il +1,65% e +8,10% nelle presenze. Variazioni negative negli altri comprensori.
Nei flussi turistici alberghieri, i turisti italiani incidono per il 71% negli arrivi e per il 68% nelle presenze, mentre i turisti stranieri incidono per il 29% negli arrivi e il 32% nelle presenze.

Nel complesso degli esercizi extralberghieri si evidenzia un calo dei flussi del -0,97% negli arrivi e -2,27% nelle presenze; i flussi dei turisti stranieri registrano un aumento solo negli arrivi (+0,74% arrivi e -1,13% presenze), mentre sono in calo quelli dei turisti italiani (-1,67% arrivi e -3,10% presenze). Aumentano i flussi nei comprensori Assisano, Tuderte e Orvietano, con variazioni tra il +3,14% e +5,20% negli arrivi e +0,80% e +4,73% nelle presenze. Aumentano solo le presenze nel comprensorio Ternano (-2,12% arrivi e +1,42% presenze). Variazioni negative negli altri comprensori.
Nei flussi turistici extralberghieri, i turisti italiani incidono per il 71% negli arrivi e per il 57% nelle presenze, mentre i turisti stranieri incidono per il 29% negli arrivi e il 43% nelle presenze.


Come fare per

www.umbriatourism.it, il portale ufficiale di promozione turistica dell'Umbria


Contatti

Servizio Turismo, Sport e Film Commission - Sezione 'Statistiche del turismo, Portale turistico regionale e Progetti speciali'

La Responsabile

Dott.ssa Serenella Petini
Tel. 0755045878