Il grande afflusso in Italia di minori stranieri non accompagnati richiede l'avvio di una complessa procedura per garantire loro i diritti fondamentali. I minori non possono essere espulsi e sono considerati, in virtù della loro giovane età, persone vulnerabili. Uno dei primissimi adempimenti cui le Autorità competenti devono provvedere nel loro interesse è quello della nomina del tutore, ossia della persona che li rappresenti legalmente e li sostenga fino al compimento della maggiore età. Il tutore svolge il compito di rappresentanza legale assegnato agli esercenti la potestà genitoriale, persegue il riconoscimento dei diritti del minore, promuove il suo benessere psico-fisico, vigila sui suoi percorsi di educazione e integrazione, vigila sulle sue condizioni di accoglienza, sicurezza e protezione, amministra l'eventuale patrimonio della persona di minore età.

Legge 7 aprile 2017, n. 47 "Disposizioni in materia di misure di protezione dei minori stranieri non accompagnati"

Con legge 47/2017 è stata introdotta una nuova ed importantissima figura: il Tutore Volontario. La legge 47/2017 introduce, inoltre, all'articolo 11, l'Albo dei tutori volontari e rimanda al Libro primo, Titolo IX del Codice Civile per i compiti assegnati al tutore, mentre le Linee Guida Nazionali redatte dall'Autorità nazionale Garante per l'Infanzia e l'Adolescenza fissano i requisiti per iscriversi all'albo e tracciano le linee generali per dare omogeneità alla figura nascente del tutore volontario individuando i requisiti per candidarsi e i moduli formativi. Il Tutore Volontario è persona che oltre ad esercitare la responsabilità genitoriale sul minore al posto del sindaco (è quello che accade oggi) intende prendersi cura dello stesso e dei suoi bisogni fino al compimento della maggiore età. La legge prevede, altresì, che per fratelli e sorelle ci sia lo stesso tutore. La nomina a Tutore volontario non dà diritto ad alcun compenso così come disposto all'art.379, comma 1, del Codice Civile.

L'art. 11 della Legge 47/2017 stabilisce altresì, in capo ad ogni Tribunale dei Minorenni di aprire e tenere un "Albo di Tutori Volontari" a cui possono iscriversi privati cittadini selezionati e adeguatamente formati dai Garanti regionali per l'infanzia e l'adolescenza. A questi ultimi, spetta, oltre al compito di selezionare e formare i tutori volontari, anche il compito di provvedere al raccordo con il Tribunale dei Minorenni ai fini della iscrizione all'Albo e in base alle Linee guida emanate dalla Autorità nazionale Garante. Con la legge 47/2017 quella che, in passato, è stata una buona pratica di sperimentazione in alcune regioni diventa così la norma.

 

PUBBLICATO l'Avviso pubblico della Garante regionale dell'Infanzia e dell'Adolescenza per la selezione di soggetti idonei a svolgere la funzione di tutori legali di minori stranieri non accompagnati, a titolo volontario e gratuito nella Regione Umbria (art.11 legge 7 aprile 2017 n. 47)

Avviso
Modello di domanda

LA PRIMA EDIZIONE DEL CORSO E' INIZIATA MA RIMANE APERTA LA POSSIBILITA' DI INVIARE LA PROPRIA DOMANDA PER PARTECIPARE ALLA SECONDA EDIZIONE, CHE SI TERRA' NELLA PRIMA PARTE DEL 2018.
Per informazioni TEL. 075 5721108   garanteminori@regione.umbria.it

 

Nell'ambito del Progetto FAMI 1349 "Promozione dei servizi all'integrazione", la Regione Umbria, in raccordo con il partner Cidis Onlus, ha previsto, anche alla luce delle novità introdotte dalla L.47/2017, la realizzazione di un nuovo specifico percorso formativo per Tutori Volontari da organizzare d'intesa con il Garante regionale dell'Infanzia e della adolescenza e finalizzato alla implementazione della rete di Tutori Volontari di cui alla recente normativa.

Questo nuovo intervento formativo segue un percorso intrapreso dalla Garante Regionale negli anni scorsi che, in Umbria, ha già consentito di formare un elenco di circa 50 tutori. Tale elenco è stato messo a disposizione della Autorità giudiziaria competente per le nomine dalla Garante regionale.

Il percorso formativo (24 ore), che va nella direzione indicata dalla recente Legge 47/2017 "Disposizioni in materia di misure di protezione dei minori stranieri non accompagnati",  è gratuito e si svolgerà a Perugia. Il programma è in corso di definizione a cura della Garante regionale e sarà pubblicato su anche questa pagina web. I temi di approfondimento e studio verteranno su 3 moduli generali: fenomenologico, giuridico, psico-socio sanitario.

 

LINEE GUIDA PER LA SELEZIONE, LA FORMAZIONE E L'ISCRIZIONE NEGLI ELENCHI DEI TUTORI VOLONTARI EX ART. 11 LEGGE N. 47, 7 APRILE 2017.

 

SCHEMA DI PROTOCOLLO DI INTESA TRA IL PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DEI MINORENNI E IL GARANTE REGIONALE PER L'INFANZIA E L'ADOLESCENZA

 

SCHEMA DI PROTOCOLLO D'INTESA TERRITORIALE  PER LA SEMPLIFICAZIONE ED IL COORDINAMENTO DELLE MODALITA' DI PRESA IN CARICO DEI MINORI STRANIERI NON ACCOMPAGNATI

 

PROTOCOLLO PER L'IDENTIFICAZIONE E PER L'ACCERTAMENTO OLISTICO MULTIDISCIPLINARE DELL'ETA' DEI MSNA  approvato dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome (16/30/CR09/C7-C15).

 

DOCUMENTAZIONE UTILE AL TUTORE VOLONTARIO di supporto e aiuto per gestire alcune delle questioni che come tutore volontario (o aspirante tale) dovrai affrontare durante lo svolgimento
del compito:

GUIDA SAVE THE CHILDREN PER I TUTORI VOLONTARI DEI MINORI STRANIERI NON ACCOMPAGNATI

 

ALTRI DOCUMENTI DI RILEVANTE INTERESSE PER OPERATORI DELLA SCUOLA:

LINEE GUIDA MIUR PER IL DIRITTO ALLO STUDIO DELLE ALUNNE E DEGLI ALUNNI FUORI DALLA FAMIGLIA DI ORIGINE (RACCOMANDATE PER IL PERSONALE SCOLASTICO)

 

 

 

 

 


Sezione Immigrazione, protezione internazionale, promozione della cultura della pace, giovani - Servizio Programmazione e sviluppo della rete dei servizi sociali e integrazione socio-sanitaria
Broletto - Via Mario Angeloni, 61 - 06124 Perugia
Responsabile Eleonora Bigi
Tel. 075.5045706
Fax 075.5045569