Laboratorio di diagnostica dei beni cuturali

Il Laboratorio di diagnostica svolge una attività di valutazione e ricerca  a sostegno di tutte le azioni connesse alla prevenzione e manutenzione programmata dei beni culturali.

 


L'Associazione Laboratorio di Diagnostica per i Beni Culturali di Spoleto è promossa e sostenuta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali (e i suoi istituti), dalla Regione Umbria, dal Comune di Spoleto e dal Dipartimento di Chimica dell'Università degli Studi di Perugia. L'Associazione  ha come scopo, sia sul piano della ricerca che dei servizi:
- la promozione e lo svolgimento di attività di analisi e valutazione dello stato di conservazione dei beni culturali,
- la predisposizione di metodologie e modelli di valutazione, monitoraggio e prevenzione;
- l'organizzazione di attività di pronto intervento in situazione di emergenza e di manutenzione programmata.

Il Laboratorio, coerentemente con il Protocollo Regione-Ministero per i beni e le attività culturali-Dipartimento di protezione civile, che lo riconosce quale Centro di eccellenza per diagnostica, lavora in maniera altamente specializzata su tutte le funzioni conoscitive e valutative indispensabili ad una avanzata azione ordinaria di tutela e prevenzione, determinate anche per una efficace organizzazione degli interventi di emergenza.

L'idea del Laboratorio di Diagnostica nasce nell'ambito del progetto di restauro e rifunzionalizzazione del complesso monumentale della Rocca di Albornoz sito sul colle S. Elia di Spoleto. 

Laboratorio di diagnostica
Statuto Laboratorio di diagnostica (pdf 42KB) 

 


Contatti

Servizio Valorizzazione e promozione dei beni culturali e Soprintendenza ai beni librari
Sezione Soprintendenza ai Beni librari, Biblioteche, Archivi storici
Maria Vittoria Rogari
Tel. 075/5045440
Fax 075/5045568
Posizione organizzativa di supporto alle funzioni di Soprintendenza ai Beni Librari
Sergio Fatti
Tel. 075/5045491
Fax 075/5045568