PNRR Istruzioni ambientali.
Al fine di facilitare la tempestiva valutazione di sostenibilità e compatibilità ambientale dei progetti di attuazione del PNRR, questo servizio ritiene opportuno fornire ai soggetti proponenti e alle Autorità competenti le presenti istruzioni ambientali per la corretta applicazione delle normative comunitarie nazionali e regionali in materia ambientale.

In particolare le seguenti istruzioni ambientali riguardano l’applicazione:

 

  • del Regolamento (UE) 2020/852 del Parlamento europeo e del Consiglio del 18 giugno 2020 relativo all’istituzione di un quadro che favorisce gli investimenti sostenibili (PRINCIPIO DNSH)

  • della Direttiva 2011/92/UE del 13 dicembre 2011 e della direttiva 2014/52/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 aprile 2014, che modifica la direttiva 2011/92/UE, concernente la valutazione dell’impatto ambientale di determinati progetti pubblici e privati (VIA)

  • della Direttiva 2001/42/CE del 27 giugno 2001 del Parlamento europeo e del Consiglio, concernente la valutazione degli effetti di determinati piani e programmi sull'ambiente (VAS)

  • della Comunicazione della Commissione al Parlamento Europeo, al Consiglio, al Comitato economico e sociale europeo e al Comitato delle regioni sul piano d'azione "Produzione e consumo sostenibili" e "Politica industriale sostenibile" COM/2008/0397 def (GPP - CAM)

 

La valutazione di sostenibilità e compatibilità ambientale degli interventi è pre-ordinata alla progettazione, all’approvazione e al rilascio dei titoli abilitativi, e come per tutti i progetti finanziati con fondi comunitarI, condizione necessaria ai fini della rendicontazione delle spese.

I soggetti proponenti, pubblici o privati, e le Autorità competenti sono pertanto tenuti a dimostrare, per quanto di propria competenza, il puntuale rispetto delle disposizioni normative e regolamentari comunitarie, statali e regionali, vigenti in materia.

In particolare, considerato che nel caso di interventi sottoposti a valutazione ambientale possono essere prescritte condizioni ambientali ante-operam, in corso d’opera, post-operam, si ritiene importante che i soggetti proponenti, nell’ambito delle attività di progettazione, effettuino le proprie analisi di sostenibilità e compatibilità ambientale prima dell’elaborazione del progetto definitivo in modo da orientare le scelte progettuali verso efficaci soluzioni di prevenzione/riduzione/mitigazione/ degli impatti ambientali che comunque possono derivare dalla realizzazione e dall’esercizio di nuove opere o impianti.

 

ARCHITETTURA RURALE M1C3 - Al fine di rendere più agevole lo studio e la compilazione delle schede relative agli adempimenti del principio DNSH si pubblicano la guida operativa aggiornata, adottata in seguito all'emanazione della Circolare n. 33 del 13 ottobre 2022 da parte del Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato del Ministero dell'Economia e delle Finanze, dalla quale sono state estratte le schede rilevanti per gli interventi previsti nell'Investimento 2.2, entro il quale ricadono gli interventi finanziati con l'Avviso "Architettura rurale" di cui alla Determinazione Direttoriale n. 12111 del 21 novembre 2022 (BUR n. 61 del 23 novembre 2022).
Viene pubblicata, inoltre, la "Sintesi degli adempimenti", un documento cui far riferimento per la compilazione delle dichiarazioni da presentare specifiche per ciascuna tipologia di intervento

 


Servizio Energia, Ambiente, Rifiuti
Via Mario Angeloni, 61 - 06124 Perugia
Dirigente Ing. Gaetano Padula
Tel. 075 - 504.5119
Sezione Efficienza energetica e Qualità dell'aria
Via Mario Angeloni, 61 - 06124 Perugia
Arch. Marco Trinei
Tel. 075/504.5956