12.2.b - Indennità per il mantenimento degli habitat forestali

L'intervento si propone di compensare i costi e la perdita di reddito dovuto ai vincoli imposti dai Piani di Gestione che vietano la realizzazione di nuove piste forestali (da esbosco) in alcuni habitat forestali di interesse comunitario localizzati in: 

  • aree forestali ricadenti all'interno di siti Natura 2000 designati ai sensi delle direttive 92/43/CEE e 2009/147/CE nelle regioni biogeografiche continentale e mediterranea; 
  • aree forestali ricadenti all'interno di altre aree naturali protette delimitate soggette a vincoli ambientali relativi all'attività agricola, che contribuiscono all'attuazione dell'articolo 10 della direttiva 92/43/CEE (rientrano i Parchi regionali di cui alla L.R. 9/95 e gli ambiti della rete ecologica regionale (RERU) di cui alla L.R. 11/2005).

 

La sottomisura indennizza il mancato reddito derivante dagli obblighi legati al mantenimento degli habitat forestali situati all'interno della rete Natura 2000 e riconosciuti dalla CE: 91E0*, 91F0, 91L0, 91M0, 91AA*, 9210*, 9260, 92A0, 9340, 9540. 

 

L'indennità è sottesa alle misure di conservazione (contenute nei Piani di Gestione approvati) imposte sugli habitat forestali all'interno della rete Natura 2000. Tali misure sono legate alla tutela e conservazione degli habitat forestali attraverso l'utilizzo di tecniche di ceduazione sostenibili e in riferimento al divieto di realizzazione di nuove piste per esbosco all'interno degli habitat forestali 92E0*, 91L0, 91M0, 9260, 92A0, 9340 presenti nei siti IT5220003, IT5220004, IT5220005, IT5220006, IT5220007, IT5220008, IT5220011, IT5220012, IT5220019, IT5220020,  IT5220022,  IT5220023.

 

 

Tipo di sostegno:

 

  

Indennizzo ad ettaro.

 

 

Beneficiari: 

 

 

  • Soggetti privati: persone fisiche e loro associati; 
  • Persone giuridiche di diritto privato e loro associazioni; 
  • Autorità pubbliche: Regione, Comuni e loro associazioni; 
  • Proprietà collettive aventi terreni in uso comune quali le comunanze agrarie o simili. 

 

 

Spese elegibili:

 

 

L'importo annuale dell'indennità è calcolato per ettaro di superficie sulla base delle perdite di reddito e dei costi aggiuntivi legati ai requisiti e agli svantaggi definiti per i siti Natura 2000. 

 

 

Condizioni di ammissibilità:

 

 

Sono ammissibili all'aiuto gli interventi che interessano le formazioni forestali, riconosciute quali habitat forestali, localizzati nelle aree Natura 2000, designate ai sensi delle direttive 92/43/CEE e 2009/147/CE, e nelle altre aree naturali protette delimitate soggette a vincoli ambientali.

 

 

Principi relativi alla definizione dei criteri di selezione: 

 

 

I criteri di selezione riguardano la localizzazione degli interventi da realizzare all'interno di formazioni forestali sulla base delle seguenti priorità: 

  • interventi localizzati al'interno dei siti della rete Natura 2000; 
  • interventi localizzati all'interno di Aree Protette Regionali (L.R. 9/95).

 

 

Importi e tassi di sostegno:

 

 

L'importo annuale dell'indennità legata al divieto di realizzazione di nuove piste per esbosco, all'interno degli habitat forestali, è pari a 140 euro/ha/anno, stimato per cedui maturi misti mesoxerofili, e un valore massimo di 160 euro/ha/anno mentre per l'utilizzo di tecniche di ceduazione sostenibili il premio è pari a 75 euro/ha/anno per 5 anni. 


Contatti