Monitoraggio sismico del territorio regionale

Il Servizio Geologico e Sismico in base alla L.R. n. 8 del 3 marzo 1995 "Realizzazione di strumenti per lo studio e per la prevenzione del rischio sismico in Umbria" sottoscrive annualmente una Convenzione con l'Osservatorio Sismico A.Bina di Perugia  per l'affidamento dei servizi di gestione della rete sismica regionale ed il monitoraggio sismico del territorio regionale.

Nel centro sismico situato all'interno dell'Abbazia di San Pietro in Perugia, dove fu inventato il primo sismografo a pendolo del 1751 dal monaco benedettino Andrea Bina, oltre all'attività di monitoraggio vengono svolte ricerche scientifiche e progetti didattici.

La registrazione e l'analisi dei terremoti avviene attraverso l'integrazione dei dati provenienti dalla rete sismica regionale con altre reti sismiche.

I dati mensili delle registrazioni sono raccolti nel Bollettino Sismico Mensile e semestrale della Rete Sismica locale della Regione Umbria, realizzati per Google Earth e disponibili anche in forma open data ai link a fondo pagina.

Sono indicati gli epicentri dei terremoti con i dati principali e sono inoltre indicati, per ogni comune umbro, il numero totale degli eventi sismici e la magnitudo più elevata registrata.

Il colore assegnato ad ogni comune permette di visualizzare subito il numero totale di eventi sismici verificatesi nel periodo temporale considerato (mensile, semestrale).

Dopo l'apertura del file con Google Earth si può aprire la cartella che ha come nome file ad esempio 2017-01 (mese di gennaio 2017) e poi togliere il segno di spunta sui livelli informativi che eventualmente non si vogliono visualizzare come, ad esempio, "legend".

Si possono poi vedere in trasparenza i livelli informativi sull'immagine da satellite utilizzando i comandi che regolano l'opacità/trasparenza di Google Earth, per aprire i file dell'archivio è sufficiente avere installato un software per la visualizzazione dei file in formato PDF.

I dati della rete sismica regionale permettono di avere un'accuratezza maggiore e come tali sono parte integrante dei dati INGV della rete sismica nazionale in cui le registrazioni dei terremoti sono indicati con una sigla "ID11111111".

 

 

Per ottenere ulteriori informazioni sulla sismicità locale calcolata anche in base alla rete sismica regionale è possibile consultare la pagina web dell'osservatorio sismico all'indirizzo www.binapg.it

 

La rete sismica regionale (Re.Si.R.) ogni anno mediamente, in assenza di eventi sismici maggiori, registra circa 4.500 eventi di cui è possibile stimare l’energia “liberata”.

 

Per una maggiore definizione delle elaborazioni nel documento allegato a fondo pagina, vi sono considerazioni sintetiche riguardanti magnitudo, momento sismico ed energia simica.

 

      

 

 

  

 

 


Servizio Rischio idrogeologico, idraulico e sismico, difesa del suolo. Piazza Partigiani 1 - Perugia
Piano 1
Andrea Motti
Tel. 0755044301
Fax 0755044319
Piano 1
Norman Natali
Tel. 0755044300
Piano 1
Gianluigi Simone
Tel. 0755044311
Piano 1
Stefano Bisogno
Tel. 0755044304
Piano 1
Marco Ogna
Tel. 0755044303
Piano 1
Sonia Mariuccini
Tel. 0755044318
Piano 1
Francesco Berti
Tel. 0755044391