Notizie

Parifica bilancio regionale: Agabiti, “critiche strumentali da chi ha lasciato solo buchi”

Perugia 12 lug 024 – Ancora una volta i consiglieri di minoranza in Consiglio regionale, attraverso le loro esternazioni, dimostrano di avere scarsa conoscenza in materia di bilancio visto che, in maniera strumentale, si aggrappano sugli specchi cavalcando tutte le situazioni, anche le più chiare, per sferrare attacchi politici che restituiamo al mittente: lo afferma l’assessore al Bilancio della Regione Umbria, Paola Agabiti.

“Dall’inizio di questa legislatura – ha detto Agabiti – lo stile adottato è stato quello di lavorare con serietà e senza grandi annunci, per risanare un bilancio che, mi duole ricordare, nel 2020 contava debiti per oltre 25 milioni. Debiti questi, ereditati e pagati. Chi in questo momento solleva critiche all’operato della Regione, dovrebbe ricordare il grande debito relativo ai trasporti che non sono stati in grado di coprire con il bilancio regionale, ma solo grazie ad una legge ad hoc (Dl. 24 aprile 2017 n. 50) che ha consentito di attingere al fondo sviluppo e coesione. Si trattava di ben 45,82 milioni di euro di cui 20 milioni per l’anno 2017 e 25,82 milioni per l’anno 2018 che sono andati a coprire i debiti accumulati verso la società Busitalia-Sita Nord Srl anziché essere utilizzati a vantaggio di famiglie e imprese. Una situazione quella dei trasporti che nell’estate 2019 aveva portato anche alla sospensione di alcune corse con un grande disagio per la comunità. Tra le questioni affrontate in questi anni - continua Agabiti - ricordiamo il grande lavoro per la copertura di debiti relativi alle Province di Perugia e di Terni (21 milioni), passando poi per tutto il pacchetto delle comunità montane”.

“Proprio alla luce del lavoro svolto sinora, la Regione Umbria, contando su un bilancio sano e solido, ha potuto agire in via prudenziale rispetto ad un rilievo del 4 luglio della Procura della Corte dei Conti che ha sollevato dubbi di costituzionalità sulla norma finanziaria di una legge del 1998. Si tratta quindi di un rilievo meramente tecnico-giuridico relativo a una legge risalente e da vagliare comunque nel merito ma che ci ha spinto, come detto in via prudenziale, a prendere immediati provvedimenti attraverso una delibera che porterà entro il prossimo 31 luglio ad un nuovo DDL di rendiconto generale per l’esercizio finanziario 2023, in cui sarà previsto un accantonamento cautelativo di 14,2 milioni di euro, accantonamento pienamente sostenibile visti i dati evidenziati nel rendiconto stesso”.

“Nessun problema dunque per i conti della Regione – conclude Agabiti – che grazie alle politiche di bilancio adottate in questi anni sono più che solidi. Per il futuro, inviterei i consiglieri di minoranza ad approfondire le questioni prima di proclami allarmistici e infondati, finalizzati a biechi interessi elettorali”.

 


Parifica del bilancio regionale: questione nazionale che l’Umbria affronta in un’ottica cautelativa e prudenziale

Perugia 12 luglio '24 - La Giunta regionale, attraverso una delibera approvata ieri, ha dato mandato agli uffici competenti di predisporre entro fine luglio un nuovo Rendiconto generale 2023, in maniera prudenziale, dopo il rilievo tecnico-giuridico di giovedì scorso avanzato dalla Corte dei Conti in merito al finanziamento all’Arpa, tema che coinvolge la gran parte delle Regioni italiane, come sottolineato anche in un comunicato della Conferenza delle Regioni.

La Corte dei Conti, infatti, solo nell'adunanza di pre-parifica del 4 luglio scorso, ad esito di una sentenza della Corte Costituzionale di inizio anno che riguarda la Regione Sicilia, ha sollevato eventuali profili di criticità in merito alla possibile legittimità costituzionale dell'articolo 16 della legge regionale  “n.9 del 1998” relativo al finanziamento della attività di ARPA, mai rilevati  in precedenza, nemmeno a seguito della modifica della medesima legge nel corso del  2020.

Va sottolineato che la modalità di finanziamento applicata dalla Regione Umbria è propria della stragrande maggioranza delle Regioni italiane.

La presenza di un bilancio regionale quanto mai sano, e ancora migliore degli anni precedenti, ha permesso alla Regione Umbria, sulla base del rilievo del 4 luglio della Corte, di prendere immediati provvedimenti attraverso una delibera che porterà entro il prossimo 31 luglio ad un nuovo DDL di Rendiconto Generale per l’esercizio finanziario 2023 in cui sarà previsto un accantonamento cautelativo e prudenziale di 14,2 milioni di euro, accantonamento pienamente sostenibile visti i dati evidenziati nel Rendiconto stesso.

Ciò nelle more della predisposizione delle modifiche da apportare all’articolo 16 della Legge Regionale 9 del 1998, anche a seguito del confronto e delle eventuali osservazioni della Corte dei Conti nonché dell’intervento della Conferenza delle Regioni e delle iniziative che saranno assunte dalla medesima, a livello nazionale, relativamente alle modalità di finanziamento delle Agenzie Regionali per la Protezione dell’Ambiente.

In sintesi, la questione sollevata in Umbria, che rappresenta anche un tema di grande rilevanza nazionale per le Regioni, è stata immediatamente affrontata nonostante il ridotto arco temporale a disposizione, in un’ottica cautelativa e prudenziale, grazie ad un bilancio solido, e nella direzione di una concreta collaborazione con la Corte.


Assessore Morroni: nuovi avvisi per il sostegno economico e la crescita delle imprese agricole e agroalimentari della regione Umbria. Previsti investimenti totali di 95 milioni a favore del comparto. La presentazione dei due nuovi bandi il 17 luglio a Palazzo Donini

(aun) – Perugia, 12 lug. 2024 – Conferenza stampa di presentazione dei nuovi avvisi pubblici rivolti alle imprese agricole e agroalimentari che si terrà, il 17 luglio 2024 alle ore 16:00, presso il Salone d'Onore di Palazzo Donini a Perugia.
 
L'Assessore alle Politiche Agricole della Regione Umbria, Roberto Morroni, invita le redazioni giornalistiche e i destinatari dei bandi a partecipare a questa importante occasione di presentazione nella quale verranno illustrati i dettagli dei nuovi avvisi finanziati dal CSR Umbria 2023-2027, destinati a supportare gli investimenti delle imprese del comparto.
 
I punti salienti degli avvisi includono:
 
Bando SRD01: 27 milioni di Euro per le imprese agricole che intendano migliorare la competitività attraverso investimenti in costruzioni, macchinari, impianti fotovoltaici e digitalizzazione.
Questo sostegno mira a incrementare la redditività e la sostenibilità delle aziende agricole umbre, creando nuove opportunità di lavoro e migliorando l’efficienza economica.
 
Bando SRD13: 16 milioni di Euro per le imprese agroalimentari che intendano affrontare investimenti in trasformazione e commercializzazione dei propri prodotti, con focus su innovazione, digitalizzazione e sostenibilità.
Questi fondi mirano a migliorare l'efficienza e la competitività delle imprese, favorendo l'integrazione tra produzione e commercializzazione e valorizzando le eccellenze locali.
 
Con queste iniziative di sostegno, si mira a stimolare un volume totale di investimenti di circa 95 milioni di Euro, consentendo lo sviluppo delle realtà del settore. 


La nuova cartellonistica stradale turistica lungo la E45, finora inesistente, valorizza in modo strutturale per la prima volta in Umbria le nostre città ed il nostro paesaggio

(aun) – Perugia, 11 lug. 024 - Nell’ambito del progetto di bonifica e riqualificazione delle piazzole di emergenza dell’itinerario Europeo E45 e delle relative opere idrauliche ricadenti nel territorio Umbro promosso da Anas Spa, la Regione Umbria si è resa ideatrice di una iniziativa per promuovere il paesaggio umbro e le sue città, tramite l’inserimento di cartelli stradali raffiguranti le viste più suggestive, rappresentative dell’identità delle città e dell’immagine dell’Umbria. Presenti all’iniziativa la Presidente Donatella Tesei, l’Assessore Enrico Melasecche e l’Ing. Lamberto Nicola Nibbi, responsabile Anas Umbria.

Nel corso degli anni, la Presidente Donatella Tesei ha sottolineato l'importanza di un'azione di promozione del territorio che abbraccia tutti gli aspetti, in modo multidisciplinare. Grazie a questa iniziativa, l'Umbria è diventata conosciuta anche oltre i confini nazionali, aumentando la sua attrattività. Un elemento chiave di questo percorso è rappresentato dall'introduzione odierna di una segnaletica funzionale e esteticamente piacevole, destinata ai visitatori e a chi attraversa la regione. La Presidente ha ricordato una citazione di Leonardo Da Vinci, "I dettagli fanno la perfezione e la perfezione non è un dettaglio", per sottolineare l'importanza della cura nei particolari.
L’Assessore Enrico Melasecche, nel vasto programma di collaborazione con ANAS, dalle nuove opere alla manutenzione straordinaria con la modernizzazione della rete statale in Umbria, compresa la segnaletica verticale, ispirandosi alla cartellonistica già presente sulle infrastrutture di altre reti nazionali, persegue da anni la possibilità di valorizzare le principali strade della regione anche da questo punto di vista, a cominciare dal tratto stradale umbro della E45 ormai prossimo alla definitiva riqualificazione dopo un programma particolarmente intenso di opere mai accaduto in precedenza. Tutto ciò ha comportato anche qualche sacrificio ma i risultati sono di assoluto rilievo considerato anche che siamo giunti alla fase quasi conclusiva degli interventi, peraltro non realizzabili in contemporanea per evidenti ragioni tecniche. L’odierna iniziativa comporta l’arricchimento del percorso della maggiore arteria che attraversa l’Umbria con 29 cartelli turistici, 14 procedendo da nord a sud e 15 procedendo in senso opposto, di forte impatto cromatico e ad alta visibilità anche di notte. Il compito della Regione è stato quello di perseguire con tenacia questo obiettivo, scegliere poi la sequenza dei “luoghi” da valorizzare, selezionare alcune delle immagini più suggestive, a partire da scorci paesaggistici naturali fino a quelli urbani di centri storici o monumenti che rappresentano l’identità regionale, proponendo la specificità dei territori e i loro caratteri distintivi con foto in gran parte riprese da droni e quindi innovative rispetto a quelle più tradizionali, selezionando quelle dalla forma più adatta alle dimensioni dei cartelli. 
L’intervento si inserisce nell’ambito del piano di riqualificazione e potenziamento della E45, in corso da parte di Anas. “La E45 è la principale dorsale stradale dell’Umbria – ha affermato Lamberto Nicola Nibbi, responsabile Anas Umbria – per questo Anas sta realizzando un piano di riqualificazione che sta consentendo di migliorare in modo radicale la qualità dell’infrastruttura, innalzare i livelli di sicurezza e assicurare una lunga durata delle opere nel tempo. A partire dal 2017 – ha aggiunto – abbiamo risanato la pavimentazione su quasi 280 km di carreggiata, sostituito il new jersey centrale per oltre 65 km, risanato strutturalmente 13 ponti e viadotti, ammodernato tutti gli impianti tecnologici in galleria, sostituito tutta la segnaletica verticale e risanato strutturalmente muri laterali di sostegno per 60.000 metri quadrati. I lavori – ha concluso – stanno proseguendo come da programma per completare questa imponente opera di riqualificazione e restituire un’infrastruttura totalmente rinnovata”.
Il Gruppo di lavoro tecnico ha selezionato immagini e individuato didascalie che sono state proposte ai Comuni direttamente interessati dal progetto, o Comuni capofila, ricadenti nelle due Provincie di Perugia e Terni. I Comuni sono stati al contempo invitati a proporre eventuali ulteriori immagini con caratteristiche uguali o superiori allo standard individuato, tra le quali scegliere la migliore da utilizzare allo scopo.
La proposta iniziale della Regione prevedeva un cartello della dimensione di 3,50 metri di larghezza e 2 metri di altezza, interamente occupato dall’immagine fotografica, con caratteristiche tecniche in alta definizione, colori e nitidezza tali da essere positivamente percepite dall’automobilista con in basso una fascia con didascalia descrittiva dell’immagine, sostenuto da un monopalo in acciaio corten, analogamente ai cartelli posti da anni sull’Autostrada del Brennero. Mentre era in corso la selezione e valutazione delle immagini, congiuntamente ai Comuni interessati dal progetto, il 18 ottobre 2022, Anas Spa ha approvato, in collaborazione col Ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili, le “Linee guida cartelli corporate di valorizzazione e promozione del territorio” che definiscono le diverse tipologie di cartelli di valorizzazione e promozione del territorio nonché i relativi file esecutivi, al fine di assicurare riconoscibilità e uniformità visive su base nazionale, i cui layout sono stati prodotti seguendo le indicazioni del Codice della Strada, delle norme UNI nonché le note del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti. 
La tipologia del cartello quindi scelto per questo progetto è quello rappresentato nella “Tavola 1: Cartelli di valorizzazione e promozione del territorio” Cartello full image 400x300, suddiviso in 3 campi procedendo dall’alto al basso: Campo A_loghi Regione Umbria, Anas Spa, Strade del Cuore, alto cm 50; Campo B_Immagine fotografica, alto cm 197,50; Campo C_didascalia alto cm 50. Il campo B è separato dal campo C da una linea bianca alta cm 2,50.
Questa modifica dimensionale ha richiesto un’ulteriore valutazione delle immagini in quanto non tutte quelle selezionate precedentemente si adattavano al nuovo formato.
Con la Conferenza stampa odierna presso il Salone d’Onore di Palazzo Donini e la successiva cerimonia di svelamento del primo cartello installato al km 36+799 “Piazza del Popolo - Todi” si dà il via allo svelamento, previsto sempre per oggi, di ulteriori cinque cartelli presso: Perugia, Monte Castello di Vibio, Spoleto, Foligno e Valnerina. I cartelli turistici in totale saranno 29 istallati lungo tutto il doppio percorso.
Si tratta di un’operazione di promozione del territorio nell’ambito stradale, analoga all’altra nel settore ferroviario grazie alla rigenerazione dei treni Minuetto in corso presso l’OMC di Foligno con la dotazione delle nuove livree personalizzate. Il cantiere per l’installazione dei cartelli sarà aperto fino al 20 settembre p.v., per cui ci saranno adattamenti, svelamenti graduali, sistemazioni delle piazzole. Siamo certi che l’operazione una volta concluse tutte le opere in programma, darà il giusto “lustro” anche sotto questo aspetto, alla nostra regione.
“Costituisce, quella in corso - afferma l’Assessore Melasecche - il primo intervento in Umbria volto a mostrare alcune delle immagini più suggestive dei nostri territori ai milioni di automobilisti che percorrono ogni anno la nostra rete stradale principale, progetto svolto in collaborazione con ANAS che ringrazio per la disponibilità. Lo stesso è da estendere anche ad altre arterie stradali che attraversano l’Umbria come la Perugia-Bettolle, la Flaminia ecc., inserendo in seguito immagini di altri Comuni. I viaggiatori che attraversano l’Umbria da nord a sud “Cuore verde d’Italia”, apprezzeranno città, borghi, chiese, musei, teatri, laghi e paesaggi di grande bellezza e ispirazione.  Nel complesso una serie di immagini eleganti, durature negli anni, che renderanno il viaggio più piacevole, stimolando l’interesse del viaggiatore a fermarsi e ritornare.”


Presentazione della nuova Guida de “La Repubblica”, "Parchi dell'Umbria: le otto meraviglie della natura". Un’importante opportunità per promuovere le straordinarie risorse naturali della Regione

Perugia, 11 luglio '24 – Si terrà giovedì 18 luglio, alle ore 11:00, presso il Salone d’Onore di Palazzo Donini, la conferenza stampa di presentazione del volume "Parchi dell'Umbria: le otto Meraviglie della Natura".

Il Parco Nazionale dei Monti Sibillini e il Parco Regionale del Monte Cucco, il Parco Regionale del Monte Subasio e il Parco Regionale del Lago Trasimeno, il Parco Fluviale del Nera e quello del Tevere, fino al Parco di Colfiorito e al Sistema Territoriale di Interesse Naturalistico e Ambientale del Monte Peglia e della Selva di Meana: i tesori naturali dell'Umbria in un grande racconto su tutto il bello e tutto il buono che hanno da offrire che verrà presentata in conferenza stampa il 18 mattina.  
   Il volume è realizzato in collaborazione con la Regione Umbria, la Rete Natura 2000 e Life Imagine. La nuova Guida di Repubblica è aperta da due racconti inediti degli scrittori Paolo Di Paolo e Antonio Pascale. Si passa poi alla scoperta di ognuna delle aree naturali proponendo la storia, la flora e la fauna, prima di addentrarsi tra i borghi e proporre itinerari nel verde. Seguono i consigli sulle attività sportive, le tradizioni legate alle feste di piazza e i prodotti tipici. Non mancano i consigli su 266 tavole imperdibili, 91 dimore dove dormire per prolungare la sosta e 100 luoghi del gusto dove fare scorta di golosi souvenir di territorio. Infine, le ricette di 20 tra i migliori cuochi della regione.

L’evento vedrà la partecipazione di:

  • Roberto Morroni, Vicepresidente della Regione Umbria e Assessore alle Politiche agricole e agroalimentari, alla tutela e valorizzazione ambientale
  • Giuseppe Cerasa, Direttore de Le Guide di Repubblica
  • Peppone Calabrese, Conduttore televisivo Rai
  • Giulio Gigli, Chef del ristorante UNE, Foligno
     

   Questa iniziativa editoriale rappresenta un’importante opportunità per comunicare le straordinarie risorse naturali dell’Umbria, rafforzando il brand "Cuore verde d’Italia". Il volume "Parchi dell'Umbria: le otto Meraviglie della Natura" mira a valorizzare le caratteristiche uniche del territorio, supportando lo sviluppo delle comunità locali e delle realtà associative e imprenditoriali che vi operano.

   Promuovere le eccellenze umbre è fondamentale per accrescere il prestigio e la ricchezza dei luoghi, favorendo anche una maggiore fruizione turistica. L’intento è di sostenere la crescita dell’economia locale, in particolare nelle aree protette, attraverso interventi mirati alla tutela e alla salvaguardia dell’ambiente. La Guida di Repubblica "Parchi dell'Umbria: le otto Meraviglie della Natura", illustra compiutamente i parchi della regione, proponendosi come prezioso strumento per la loro più ampia promozione. Il volume permette di scoprire habitat unici per vivere esperienze indimenticabili, integrando la bellezza della natura con i prodotti tipici del territorio. Il progetto "Life Imagine", di cui la Regione Umbria è capofila, mira a implementare strumenti innovativi per la gestione integrata delle risorse naturali e la conservazione della biodiversità. Il progetto, insieme alla realizzazione del volume, rappresenta un concreto esempio dell’impegno della Regione nella tutela ambientale e nella valorizzazione del patrimonio naturale.

    L’assessore all’Ambiente Roberto Morroni afferma: “L’Umbria è un grande parco a cielo aperto, dove la natura sorprende per bellezza e vitalità. La biodiversità diffusa è espressione di una particolare attenzione all’ambiente. Il paesaggio, vario e suggestivo, offre la possibilità di incontrare, ad ogni passo, storia, arte, profumi, sapori e colori unici. Non è casuale che la Regione Umbria sia ente capofila del progetto "Life Imagine", il cui slogan sintetizza una visione: "Il futuro è nella nostra natura". Con questa iniziativa editoriale puntiamo a far conoscere i nostri tesori, sensibilizzando il grande pubblico sulla fondamentale esigenza di tutelare le risorse naturali e valorizzare i prodotti del territorio che rappresentano la nostra identità”.


OMCL Foligno: Assessore Melasecche “Avviata la gara da 50 milioni di euro per la realizzazione dei binari lunghi”

(aun) – Perugia, 10 lug. 024 - Un nuovo e significativo passo avanti è stato compiuto con l’avvio ufficiale dell’iter di gara europea per la realizzazione di sei binari "lunghi" presso le OMCL di Foligno. Un progetto dal valore complessivo di 50 milioni di euro, che promette di avere un impatto positivo non solo sull’economia locale, ma anche sulla capacità produttiva dell’impianto stesso.

L’assessore regionale Enrico Melasecche ha espresso grande soddisfazione per questo importante traguardo, sottolineando l’importanza strategica del progetto. “L’investimento rappresenta una crescita significativa per le OMCL di Foligno, un impianto storico che ha contribuito a scrivere la storia industriale della nostra regione - ha dichiarato Melasecche - e l’aumento dei livelli occupazionali e la diversificazione della produzione sono alcuni degli obiettivi chiave di questa iniziativa”.

Il progetto prevede la realizzazione di sei binari "lunghi", che permetteranno alle OMCL di ampliare le proprie attività produttive. Attualmente focalizzata sui locomotori della Divisione Regionale Nazionale di Trenitalia, la produzione si estenderà anche ai treni Pop (ETR 103/104) e Jazz (ETR 324/425/526), aprendo nuovi orizzonti e opportunità di crescita.

L’Assessore ha evidenziato come tale diversificazione produttiva potrà garantire scenari occupazionali positivi per gli anni a venire. “Con le nuove infrastrutture, le OMCL di Foligno non solo miglioreranno la loro efficienza operativa, ma potranno anche incrementare significativamente l’occupazione, offrendo nuove opportunità di lavoro ai residenti della regione”.

La gara europea, avviata ufficialmente il 3 luglio scorso, segna l’inizio di un processo che si prevede porterà a una trasformazione delle OMCL di Foligno. Un progetto ambizioso, che punta non solo a far crescere l’impianto, ma anche a rafforzare l’economia regionale umbra.

Inoltre, l’ammodernamento delle infrastrutture permetterà alle OMCL di mantenere un ruolo di primo piano nell’ambito della manutenzione e produzione ferroviaria a livello nazionale. Questo contribuirà a consolidare la posizione dell’Umbria come hub strategico nel settore dei trasporti e della logistica.

“L’avvio dell’iter di gara per la realizzazione dei binari lunghi nelle OMCL di Foligno è un segnale positivo per l’economia e l’industria umbra – ha concluso Melassecche - un progetto che, grazie all’impegno delle istituzioni regionali e alla visione strategica degli operatori del settore, promette di portare benefici duraturi alla comunità locale e di rafforzare la competitività dell’intera regione”.


Altre informazioni dall'Ufficio stampa

Le altre news, il quindicinale AUN, il notiziario radiofonico, la rassegna stampa e i contatti sono sulle pagine dell'Ufficio stampa, alla voce Agenzia Umbria Notizie.