Mutui con garanzia Gepafin

L'acquisto di alloggi assistito da garanzie" si concretizza con la costituzione di un fondo presso la Società finanziaria Gepafin Spa per attivare garanzie sui mutui ipotecari stipulati per l'acquisto della prima casa.

Il 29 novembre 2012 la Regione Umbria, la Società Gepafin Spa e le Banche interessate hanno stipulato le convenzioni al fine della concessione dei mutui sopra descritti.

Si descrivono, di seguito, gli aspetti salienti dell'operazione.

BANCHE CONVENZIONATE

  1. Unicredit S.p.a.
  2. Banca di Credito Cooperativo di Spello e Bettona;
  3. UBI - Banca Popolare di Ancona S.p.a.;
  4. Banca di Mantignana e di Perugia Credito Cooperativo;
  5. Cassa di Risparmio di Orvieto S.p.a.;
  6. Veneto Banca S.c.p.a.;
  7. Banca di Anghiari e Stia Credito Cooperativo;
  8. Crediumbria Banca di Credito Cooperativo;
  9. Banca Popolare Etica;
  10. Banca Popolare di Spoleto S.p.a. in A.S.
  11. Banca Nazionale del Lavoro S.pA.
  12. Banca Valdichiana Credito Coop.Tosco-Umbro

REQUISITI

A) requisiti soggettivi che deve possedere il solo richiedente

1) cittadinanza italiana o di un paese che aderisce all'Unione Europea o di Paesi che non aderiscono all'Unione Europea, purché in regola con le vigenti norme in materia di immigrazione;

2) residenza o attività lavorativa nella Regione da almeno due anni consecutivi.

Ai fini della determinazione del biennio di attività lavorativa si possono cumulare i periodi di lavoro a tempo determinato. Le frazioni di mese sono computate come mese intero.

B) requisiti soggettivi che devono possedere TUTTI i componenti il nucleo familiare

Tra i componenti il nucleo familiare si considera comunque incluso anche il coniuge che, per vari motivi, non è presente nello stesso stato di famiglia anagrafico del richiedente, purché tra i due non sussista separazione legale.

1) impossidenza di alloggi su tutto il territorio nazionale

I componenti il nucleo familiare non devono essere proprietari, comproprietari, nudi proprietari o usufruttuari di alloggi o quote parti di essi ovunque ubicati sul territorio nazionale.

E' ammessa la proprietà d'altri immobili (negozi, garage, ecc.), purché siano accatastati al NCEU in categorie diverse dalla A), e la proprietà di terreni.

2) limite di reddito

Avere un reddito annuo complessivo del nucleo familiare il cui valore ISEE, calcolato sulla base della vigente normativa, non deve essere superiore a € 28.000.=;

Alla data della domanda il nucleo familiare deve essere percettore di reddito.

Non si considerano percettori di reddito i nuclei familiari che possiedono unicamente redditi da fabbricati, dominicali o agrari.

Il reddito da considerare, ai fini della verifica della presenza del reddito, è quello che risulta dall'ultimo documento reddituale, in ordine di tempo, valido ai fini fiscali (mod. CUD, mod. 730, mod. UNICO, ecc) ed in possesso del soggetto interessato prima della data della domanda.

Sono ammessi anche i nuclei familiari che non hanno ancora documentazione reddituale, in quanto i relativi componenti hanno solo recentemente iniziato un'attività lavorativa, purché tale inizio sia anteriore alla data della domanda.

Costituzione di un nuovo nucleo familiare

Sono ammessi a fruire delle agevolazioni anche nuclei familiari di futura costituzione, i cui componenti, al momento della domanda, fanno parte di altri nuclei anagrafici. In tale ipotesi il richiedente indica, in un apposito modello, i componenti che andranno a costituire il nuovo nucleo familiare e la verifica dei requisiti soggettivi viene effettuata esclusivamente nei confronti di questi ultimi.

Pertanto, la dichiarazione di cui agli artt. 46 e 47 del DPR n. 445/00 deve essere compilata dal richiedente tenendo conto del nucleo che si formerà.

Se uno dei componenti è coniugato, nel nuovo nucleo familiare è obbligatoriamente incluso il coniuge, anche se non espressamente dichiarato.

Il nuovo nucleo familiare deve essere costituito e documentato, pena la revoca delle agevolazioni, entro 6 mesi dalla data della domanda.

Il periodo di sei mesi è vincolante nei confronti del richiedente che deve costituire il nuovo nucleo familiare, in conformità a quanto dallo stesso dichiarato.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammesse a beneficio le spese inerenti l'acquisto di immobili ubicati nel territorio regionale (esclusa IVA), ad eccezione delle abitazioni unifamiliari, da destinare a prima abitazione, già accatastati al NCEU, con esclusione delle categorie A/1, A/7 e A/8, situati in centri abitati, giusta definizione di cui all'art. 3 punto 8 del D.lgs. n. 285 del 30 aprile 1992[1]. La spesa ammissibile non potrà comunque superare il valore di perizia dell'immobile.

IMPORTO GARANZIA

La garanzia Gepafin non potrà essere superiore all'81% della spesa ammissibile (corrispondente al 90% del mutuo concesso dalla Banca, che a sua volta non può eccedere il 90% della spesa ammissibile).

DURATA GARANZIA

La durata massima della garanzia è pari a 25 anni di cui massimo 24 mesi di preammortamento; è tuttavia possibile un allungamento della durata della garanzia, oltre i 25 anni normalmente previsti, nel caso di sospensione del pagamento rate previsto dal "Piano Famiglie" siglato da ABI ed Associazioni dei consumatori o analoghi futuri provvedimenti a livello nazionale.

TASSI MASSIMI APPLICABILI AGLI INTERVENTI

E' libera la contrattazione di tassi variabili, fissi o modulari con l'utilizzo di indicatori Euribor / IRS con durata di rilevazione in accordo alla rateazione scelta (mensile / trimestrale / semestrale).

Lo spread massimo aggiuntivo ai predetti tassi sarà:

  • 1. durata finanziamento da 1 a 10 anni: 3,3%;
  • 2. durata finanziamento da 11 a 20 anni: 3,4%;
  • 3. durata finanziamento oltre 20 anni: 3,5%.

In aggiunta, per i finanziamenti con cap, lo spread massimo applicabile in base alla durata dell'intervento sarà:

  • 1. durata finanziamento da 1 a 10 anni: 4,1%;
  • 2. durata finanziamento da 11 a 20 anni: 4,2%;
  • 3. durata finanziamento oltre 20 anni: 4,3%.

L'intervento sopra descritto è cumulabile con altri tipi di finanziamento pubblico. Si può, quindi, usufruire della garanzia Gepafin sul mutuo da contrarre anche se si beneficia dei contributi a fondo perduto erogati dalla Regione tramite bandi pubblici.


Contatti

Servizio Urbanistica, Riqualificazione urbana e Politiche della casa, tutela del paesaggio
Piazza Partigiani 1 - 06121 Perugia
Dirigente ad interim Ing. Sandro Costantini
Tel. 075 5046485
Fax 075 5042732

Sezione Edilizia residenziale sociale e Flussi finanziari
Responsabile Dott.ssa Carla Ciucci
Tel. 075 5042687
Referente Gepafin SpA - Fabiola Marinelli 075 5059823