Valutazione di Impatto Ambientale (VIA)
La procedura di Valutazione dell'Impatto Ambientale (VIA) rappresenta uno strumento fondamentale della politica ambientale dell'Unione Europea ed è finalizzata principalmente ad individuare eventuali impatti ambientali significativi connessi con la realizzazione di determinati progetti e, se possibile, a definire misure di mitigazione per ridurre tali impatti prima del rilascio delle necessarie autorizzazioni.

Valutazione di Impatto Ambientale (VIA)

La procedura di Valutazione dell'Impatto Ambientale (VIA) rappresenta uno strumento fondamentale della politica ambientale dell'Unione Europea ed è finalizzata principalmente ad individuare eventuali impatti ambientali significativi connessi con la realizzazione di determinati progetti e, se possibile, a definire misure di mitigazione per ridurre tali impatti prima del rilascio delle necessarie autorizzazioni.

Introdotta nel 1985 dalla Direttiva 85/337/CEE concernente la valutazione dell'impatto ambientale è oggi sostituita dalla Direttiva 2011/92/UE del 13 dicembre 2011, recentemente modificata dalla Direttiva 2014/52/UE del 16 aprile 2014.

Il recepimento delle disposizioni comunitarie in materia di VIA da parte dell'Italia è attuato, ad oggi, dal Decreto Legislativo 152/2006 "Norme in materia ambientale" che, alla Parte seconda, disciplina sia la procedura di VIA di competenza dello Stato (per i progetti compresi nell'Allegato II), che quella di competenza delle Regioni (per i progetti compresi negli Allegati III e IV).

 La valutazione ambientale dei progetti, ha in particolare, la finalità di proteggere la salute umana, contribuire con un migliore ambiente alla qualità della vita, provvedere al mantenimento delle specie e conservare la capacità di riproduzione dell'ecosistema in quanto risorsa essenziale per la vita.

 La Valutazione di Impatto Ambientale (VIA)  è una procedura che si effettua in via preventiva, per individuare, descrivere e valutare in modo appropriato, per ciascun caso particolare e secondo le disposizioni di cui al titolo III della Parte seconda del Decreto Legislativo D.Lgs. 3 aprile 2006 n. 152 e s.m.i., gli effetti diretti ed indiretti di un progetto (sia esso pubblico che privato) sull'ambiente e più in particolare sui seguenti fattori:

  • l'uomo, la fauna e la flora;
  • il suolo, l'acqua, l'aria e il clima;
  • i beni materiali ed il patrimonio culturale;
  • l'interazione tra i fattori di cui sopra.

  

Autorità competente

L'autorità competente per l'espletamento delle procedure di VIA è individuata dall'art. 7 D.Lgs. 3 aprile 2006 n. 152 e s.m.i anche in base alla rilevanza del progetto da realizzare. 

Il proponente l'intervento presenta la domanda all'autorità competente, che alla fine del procedimento emette il Provvedimento finale di valutazione.

  

REGIONE UMBRIA

Nella Regione Umbria la procedura di VIA è attualmente disciplinata dalla Legge regionale 16 febbraio 2010, n. 12 "Norme di riordino e semplificazione in materia di valutazione ambientale strategica e valutazione di impatto ambientale, in attuazione dell'articolo 35 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 (Norme in materia ambientale) e successive modificazioni ed integrazioni", in vigore dall'11 marzo 2010.  (Suppl. ord. n. 1 al Bollettino Ufficiale n. 9 del 24 febbraio 2010).

La Giunta regionale – Servizio Valutazioni ambientali, sviluppo e sostenibilità ambientale è l'Autorità competente cui spetta lo svolgimento dei procedimenti di Verifica di assoggettabilità a VIA, ovvero di VIA, sui progetti elencati negli allegati III e IV alla parte seconda del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i. e l'adozione del relativo provvedimento finale.

ARPA Umbria è l'Autorità competente preposta allo svolgimento delle attività di vigilanza e controllo inerenti l'applicazione delle disposizioni normative in materia di impatto ambientale, l'osservanza delle prescrizioni impartite con i provvedimenti di Verifica di assoggettabilità a VIA, ovvero di VIA, il monitoraggio per il controllo degli impatti.  

Con Deliberazione del 26 luglio 2011, n. 861, successivamente modificata ed integrata dalla D.G.R. n. 1100 del 01 settembre 2014, la Giunta regionale ha approvato le "Specificazioni tecniche e procedurali in materia di valutazioni ambientali (Allegato B) per l'applicazione della legge regionale 16 febbraio 2010, n.12 stabilendo, tra l'altro, che per quanto attiene i procedimenti di valutazione di impatto ambientale:

  • le istanze di Verifica di assoggettabilità a VIA e di VIA di competenza regionale siano presentate alla Giunta regionale - Direzione Risorsa Umbria. Federalismo, risorse finanziarie, e strumentali - Servizio Valutazioni ambientali, sviluppo e sostenibilità ambientale in qualità di Autorità competente di cui all'art.12 della legge regionale16 febbraio 2010, n.12;
  • i procedimenti relativi alle istanze di Verifica di assoggettabilità a VIA e di VIA presentate all'Autorità competente, siano svolti secondo le specificazioni tecniche e procedurali riportate nell'Allegato B alla D.G.R. 861/2011 così come modificato ed integrato dalla D.G.R. n. 1100 del 01/09/2014;
  • i procedimenti relativi alle istanze di Verifica di assoggettabilità a VIA e di VIA, presentate all'Autorità competente antecedentemente alla data di pubblicazione sul BUR della D.G.R. 861/2011, siano conclusi ai sensi delle disposizioni normative e regolamentari vigenti alla data di avvio del procedimento.

 

Le Specificazioni tecniche e procedurali in materia di Valutazione di Impatto Ambientale dettagliano, in particolare, le modalità da seguire  per le seguenti procedure :

1.        Verifica di assoggettabilita' a VIA;

2.        Valutazione di Impatto Ambientale (VIA);

3.       Coordinamento del procedimento di VIA con la procedura per il rilascio dell'Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA);

4.       Integrazione dei procedimenti di VIA e di Verifica di assoggettabilita' a VIA con la procedura di Valutazione di incidenza (VIncA).

 

Contengono, inoltre:

  •  i modelli per la presentazione delle Istanze relative ai suddetti procedimenti  ("MODELLO  A - Istanza di Verifica di assoggettabilità a VIA"; "MODELLO  B - Istanza di Valutazione di Impatto Ambientale")
  • la lista di controllo (chek list)  della documentazione da allegare alla istanza di VIA
  • la lista di controllo (check list) della documentazione da allegare all'istanza di Verifica di assoggettabilità
  • "il MODELLO C – Avviso al pubblico per la Verifica di assoggettabilità a VIA".

 

Nel seguente link alla Sezione Bacheca Valutazioni ambientali, è possibile trovare tutte le informazioni riguardanti i procedimenti di:

di competenza regionale.


Contatti

Servizio Valutazioni ambientali, sviluppo e sostenibilità ambientale
Via M. Angeloni, 61 - 06124 Perugia
Dirigente Sandro Costantini
Tel. 075 504 6485
Fax 075 504 2732
Sezione Valutazione Impatto Ambientale
Piazza Partigiani, 1 - 06124 Perugia
Responsabile Fabrizio Piergiovanni
Tel. 075 504 6394
Fax 075 504 2732