Agricoltura sociale e disciplina delle fattorie sociali

 L'introduzione della nuova normativa su agricoltura sociale e Fattorie Sociali risulta una novità nel panorama regionale umbro. La proposta è di andare in maniera sinergica a rispondere, da una parte a un'esigenza di welfare diffuso e dall'altra ad individuare ulteriori possibilità di incremento dei redditi agricoli al fine di mantenere un'economia diffusa in particolare nelle zone marginali del territorio regionale.

Le finalità della legge sono:

- inclusione socio-lavorativa di soggetti appartenenti alle fasce deboli e inserimento socio-lavorativo di soggetti svantaggiati, molto svantaggiati e disabili;

- fornitura di prestazione e di servizi sociali, socio-sanitari, riabilitativi, terapeutici, formativi ed educativi per famiglie, anziani, categorie deboli e soggetti svantaggiati, molto svantaggiati e disabili;

- prestazioni e attività sociali e di servizio per le comunità locali che impieghino le risorse materiali e immateriali dell'agricoltura per promuovere, accompagnare e realizzare azioni di inclusione sociale e lavorativa, di ricreazione, di servizi utili per la vita quotidiana e di educazione.

La Regione Umbria ha inteso disciplinare l'attività relativa all'agricoltura sociale e alle fattorie sociali con l'emanazione della L. 9 aprile 2015 n. 12 concernente "Testo unico in materia di agricoltura" pubblicata nel Bollettino Ufficiale n. 21 S.O. n. 2 del 15 aprile 2015.
Il Titolo VIII di tale legge regolamenta le attività agrituristiche, le fattorie didattiche, l'agricoltura sociale e le fattorie sociali.


Contatti

Servizi alle imprese agricole, diversificazione
Via Mario Angeloni, 61 - Perugia
Dott.ssa Giovanna Saltalamacchia
Tel. 075 5045104
Fax 075 5045565
Sezione: Interventi per lo sviluppo della diversificazione delle attività agricole
Via Mario Angeloni, 61 - Perugia
Dott.Giorgio Leti Acciaro
Tel. 075 5045024
Fax 075 5045565