Accesso civico ai dati e documenti con obbligo di pubblicazione
L'accesso civico a dati e documenti con obbligo di pubblicazione, previsto dagli artt. 5, comma 1, del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33, è il diritto di chiunque di richiedere documenti, informazioni o dati che le pubbliche amministrazioni sono obbligate a pubblicare ma di cui abbiano omesso la pubblicazione.

Come si esercita: presentazione della richiesta

La richiesta di accesso civico ai sensi dell'art. 5, comma 1, del decreto legislativo 33/2013 dev'essere indirizzata al Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza, che ha l'obbligo di pronunciarsi; è gratuita; non dev'essere motivata e può essere redatta utilizzando l'apposito modello, da inviare tramite:

  • posta elettronica certificata (Pec) all'indirizzo: regione.giunta@postacert.umbria.it ;

  • posta elettronica all'indirizzo: responsabiletrasparenza@regione.umbria.it ;

  • posta ordinaria inviando la richiesta al Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza – Regione Umbria – Giunta regionale – Corso Vannucci n. 96 – 06121 Perugia;

  • consegna manuale al protocollo generale.

Responsabile del procedimento

È il Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza Dott. Paolo Palmerini.

 

Conclusione del procedimento

Entro 30 giorni l'amministrazione verifica la sussistenza dell'obbligo di pubblicazione e in caso di esito positivo:

  • pubblica quanto richiesto sul portale istituzionale;

  • informa il richiedente circa l'avvenuta pubblicazione, comunicando il relativo indirizzo del collegamento ipertestuale.

Titolare del potere sostitutivo

Nei casi di ritardo o mancata risposta del responsabile del procedimento per l'accesso civico il richiedente può ricorrere al titolare del potere sostitutivo Dott. Ing. Stefano Guerrini, Dirigente del Servizio Organizzazione, gestione e amministrazione del personale, tel. 075 5045946, e-mail sguerrini@regione.umbria.it.

 

Ricorso al Tribunale amministrativo regionale o al difensore civico

Contro la decisione dell'amministrazione o, in caso di richiesta di riesame, contro quella del Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza, il richiedente può proporre ricorso al Tribunale amministrativo regionale ai sensi dell'articolo 116 del Codice del processo amministrativo di cui al decreto legislativo 2 luglio 2010, n. 104.

Il richiedente può altresì presentare ricorso al difensore civico regionale.

Qualora il richiedente l'accesso si sia rivolto al difensore civico il termine per il ricorso al Tribunale amministrativo regionale decorre dalla data di ricevimento, da parte del richiedente, dell'esito della sua istanza.

 


Contatti

Servizio Attività giuridico amministrativa, tutela dei consumatori, coordinamento aiuti di Stato. Trasparenza, Anticorruzione e Privacy
Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza
Palazzo Broletto - Via M. Angeloni 61 - Perugia
Dott. Paolo Palmerini
Tel. 075 5045943
Fax 075 5045567