Finanziamenti e contributi ad Enti e Aziende di TPRL

In questa pagina sono descritti i vari tipi di finanziamenti e contributi a favore delle Aziende di trasporto pubblico e degli Enti locali che esulano dai contratti di TPRL:

1) Finanziamento dei maggiori oneri per il rinnovo dei contratti autoferrotranvieri
Le risorse, in base alle disposizioni introdotte dalla L. n. 244/2007 (Legge Finanziaria 2008), a decorrere dall'annualità 2008 e fino al 31/12/2012, sono state trasferite alle Amministrazioni regionali, attraverso il sistema della compartecipazione regionale all'accisa sul gasolio.

Dal 01/01/2013 questa quota dovrebbe essere inserita nel Fondo Nazionale per il concorso finanziario dello Stato agli oneri del trasporto pubblico locale.

La Regione predispone i moduli da inviare alle Aziende per la richiesta dei contributi in argomento, entro dicembre dell'anno precedente a quello di riferimento per i dati a preventivo ed entro febbraio dell'anno di riferimento per i dati a consuntivo e, successivamente, liquida le risorse sulla base dei dati aziendali trasmessi dalle Aziende stesse: in acconto, calcolato sulla base della documentazione a preventivo mentre  il saldo è calcolato sulla base della documentazione a consuntivo.


2) Ripiano disavanzi di esercizio delle Aziende di TPL
La liquidazione di tali contributi alle Aziende, avviene per il tramite delle Province, a seguito dell'effettivo trasferimento dei fondi da parte dello Stato.

3) Contributo alle Province per esercizio di funzioni delegate
La L.R. 18/11/1998, n. 37 e ss.mm.ii., ha previsto l'attribuzione della delega alle Province di alcune funzioni amministrative in materia di trasporti.
Lo stanziamento viene assegnato annualmente nella misura di 2/3 alla Provincia di Perugia per le funzioni riguardanti i Bacini di traffico 1 e 2 e di 1/3 a favore della Provincia di Terni, per il Bacino n. 3.

4) Assegnazione e liquidazione finanziamento per acquisto autobus e treni
Al fine di permettere gli investimenti nel settore del trasporto pubblico locale, vengono erogate risorse finalizzate a finanziare la sostituzione di autobus in esercizio da oltre quindici anni, l'esecuzione di interventi che prevedano lo sviluppo di tecnologie di trasporto ad elevata efficienza ambientale, nonché l'acquisto di autobus ad alimentazione non convenzionale e a basso impatto ambientale.
L'effettiva erogazione dei contributi, da parte della Regione, è condizionata alla verifica, da parte delle Province territorialmente competenti, della documentazione attestante gli avvenuti investimenti da parte delle aziende esercenti il trasporto pubblico locale cui sono stati assegnati i contributi stessi. Sono previsti finanziamenti anche per l'acquisto dei treni.



5) Contributi ai Comuni per l' applicazione di tariffe speciali
La Giunta Regionale, con D.G.R. 22/11/2010, n. 1650, ha stabilito di confermare per gli anni 2011/2012, criteri e modalità di ripartizione delle risorse finalizzate all'applicazione di tessere speciali, ex L.R. 10/95, a favore di soggetti disabili ed a mobilità ridotta, nonché di categorie socialmente deboli, attraverso l'assegnazione ai Comuni di speciali contributi.
A tale scopo la Regione destina risorse pari  all'1% dei finanziamenti del Fondo Regionale Trasporti (FRT).
Le modalità di ripartizione individuate, prevedono che il 70% delle risorse disponibili siano ripartite in misura proporzionale al numero dei residenti in ciascun Comune, risultante dall'ultimo censimento, mentre il restante 30%, è ripartito in misura inversamente proporzionale alla densità della popolazione residente in ciascun Comune, risultante dall'ultimo censimento.
Per quanto attiene ai tempi di ripartizione ed erogazione dei contributi la Regione, con apposito atto, entro il 30 novembre dell'anno precedente all'anno di riferimento, provvede al riparto con le modalità di cui sopra, del 90% dell'1% delle risorse previste per il TPL nell'anno in corso, ed entro il 15 maggio dell'anno di riferimento, del rimanente 10% nonché dell'1% dell'eventuale differenza tra le risorse stanziate per il TPL nell'anno di riferimento e quelle dell'anno precedente.
L'erogazione ai Comuni dell' Umbria, è condizionata all'invio della documentazione comprovante l'avvenuto rilascio di tessere speciali alle categorie di cittadini sopra citate.
Tramite tale iniziativa, la Regione Umbria consente ai Comuni di individuare le categorie di cittadini socialmente deboli che prioritariamente devono essere favoriti al fine di garantire a tutti i residenti pari trattamento a livello regionale ed inoltre garantisce l'opportunità a tutti i cittadini di accedere alle agevolazioni tariffarie previste, sulla base di criteri oggettivi.

 

6) Contributi per la Carta Tutto Treno Umbria

La Giunta regionale dall'anno  2009 ha avviato un accordo commerciale con Trenitalia S.p.A. al fine di favorire l'uso dei treni intercity riconoscendo agli utenti pendolari una quota parte dell'abbonamento annuale e semnestrale valido per i servizi regionale e limitato ai soli residenti.


Contatti

Contenuto con sezione di competenza Finanziamenti e contributi ad Enti e Aziende di TPL .

Servizio Infrastrutture per la Mobilità e Politiche del Trasporto Pubblico
Piazza Partigiani 1 - 06121 Perugia
Dirigente: Arch. Maurizio Angelici
Tel. 075 504 2660
Fax 075 504 2732
Sezione Amministrativo-Finanziaria
Piazza Partigiani 1 - 06121 Perugia
Rag. Giuseppina Regnini
Tel. 075 504 2807
Fax 075 504 2732
Sezione Programmazione e Monitoraggio
Piazza Partigiani 1 - 06121 Perugia
Ing. Michele Fracasso
Tel. 075 504 2771
Fax 075 504 2732

Modulistica

Contenuto con sezione di competenza Finanziamenti e contributi ad Enti e Aziende di TPL .

Non ci sono risultati.

Link utili

Non ci sono risultati.

Normativa

Non ci sono risultati.

Documenti

Non ci sono risultati.