"a porte aperte 2020", assessore fioroni visita stand arpal umbria

Perugia -  L'Agenzia regionale per le politiche attive per il lavoro (Arpal) è presente all'evento "A porte aperte 2020", la manifestazione per le imprese del settore ristorazione ed ospitalità. L'iniziativa, organizzata da Cancelloni Food Service, presso il polo fieristico di Umbria Fiere a Bastia Umbra, terminerà domani 19 febbraio, dopo una tre giorni di eventi che ha richiamato migliaia di operatori eccellenti del settore, chef stellati ed importanti aziende produttrici del territorio regionale e non solo.  Stamane l'Assessore al Lavoro,  Formazione Professionale e Sviluppo Economico Michele Fioroni è intervenuto all'evento e dopo aver visitato gli stand espositivi assieme a Fabio Cancelloni, Presidente della Cancelloni Food Service, si è recato allo stand istituzionale di ARPAL, dove gli operatori presentavano i servizi specialistici per le imprese, dedicati alla ricerca e selezione del personale.

Nel commentare l'iniziativa Fioroni ha detto che "la Cancelloni, esempio di innovazione e processo,  è un'azienda che ampia il perimetro della propria attività, capisce che nel settore della ristorazione si sta vivendo una nuova rivoluzione, fatta di nuovi stili alimentari ma anche un nuovo modo di rapportarsi al cibo da parte dei consumatori. I consumatori – ha aggiunto -, da un lato vanno nei ristoranti sempre più spesso facendo crescere i consumi fuori casa e dall'altro sono sempre più stimolati dai palinsesti televisivi sul cibo. Si innalzano pertanto le aspettative verso la ristorazione e si porta il consumatore a ricreare a casa l'esperienza dei ristoranti. In questo ambito come Regione siamo presenti come ARPAL Umbria perché in un quadro che si evolve così velocemente crescono anche le esigenze di avere profili professionali sempre più qualificati, in linea con i tempi, un nuovo modo di fare ristorazione  e nuove tecniche. Siamo quindi presenti in questa fiera – ha concluso l'assessore -  anche per cercare di favorire il matching fra le rinnovate esigenze di un settore che richiede tante nuove professionalità ed un mercato della formazione professionale che deve essere sempre più al passo di queste esigenze".