Servizi su gomma

I servizi di trasporto pubblico locale su gomma si distinguono in urbani, extraurbani, regionali e interregionali. Le competenze di programmazione e gestione dei servizi urbani sono attribuite ai Comuni, quelle per i servizi extraurbani alle Province e quelle per i servizi interregionali alla Regione come previsto dalla legge regionale n. 37 del 1998.

Relativamente alle attività conferite agli Enti locali, la Regione Umbria svolge le funzioni di indirizzo, coordinamento e vigilanza ripartendo annualmente le risorse finanziarie destinate ai servizi minimi, con esclusione del Servizio Scolastico, da garantire agli alunni in età minore, che rientra nelle dirette competenze dei Comuni (minori da 6 a 11 anni) e delle Province (minori da 11 a 16 anni).

La Regione e gli Enti concedenti affidano i servizi di trasporto pubblico alle aziende mediante procedure concorsuali. La Regione predispone lo schema di capitolato-tipo di gara per stabilire i criteri omogenei di indirizzo per gli Enti locali concedenti al fine di coordinare l'attività relativa all'espletamento delle gare che sono bandite dalla Regione Umbria.

L'azienda unica regionale per il TPL, denominata "Umbria TPL e Mobilità S.p.A." (per brevità "Umbria Mobilità"), nasce il 01/03/2014 e quindi dovrà prepararsi adeguatamente per poter essere competitiva sia in sede locale che in altre aree geografiche del paese ed europee.

A questa azienda è assegnato il compito di far presto ad omogeneizzare i comportamenti e "fondere" i diversi modi e metodi delle aziende fuse, al fine di avere un unico vettore regionale che possa operare sia con gli autobus che con i treni, evitando così eventuali sovrapposizioni di linee e di tracce, portando a fattor comune l'interesse primario degli utenti che chiede un servizio efficiente, confortevole e rapido.

Alla Regione Umbria spetta il compito di mettere a sistema i servizi compreso quello che si svolge sulla rete nazionale ferroviaria

 

Indicazioni per la redazione della carta sulla qualità dei servizi

 

La Carta dei Servizi si prefigge di migliorare la qualità dell'offerta, il dialogo tra l'utenza e l'azienda fornitrice di servizi. Sono questi gli obiettivi di questo strumento chiaro e trasparente che sancisce gli impegni assunti dall'azienda nei confronti del cittadino anche in applicazione a quanto disposto dall'art. 2, comma 461, della Legge 244/2007.

Essa si ispira a criteri di imparzialità riconoscendo a tutti i cittadini uguaglianza di  diritti, alla continuità nell'erogazione dei servizi, anche in caso di sciopero. Ha come principio ispiratore   un servizio efficace ed efficiente e un rapporto costante e continuo con il cliente.

Le aziende di trasporto sono tenute ad adottare la Carta dei Servizi, il cui aggiornamento ha cadenza annuale. In essa si prevedono:

  • i principi, le regole e gli standard qualitativi dei servizi
  • gli impegni che l'azienda si assume nei confronti dei clienti fruitori dei servizi
  • le caratteristiche salienti dei servizi erogati
  • i diritti/doveri dei clienti fruitori dei servizi
  • le strategie per il miglioramento continuo dei servizi
  • le modalità per un'adeguata informazione sui servizi
  • le informazioni sul sistema tariffario e sulla rete di vendita
  • gli strumenti di partecipazione degli utenti
  • la definizione degli indicatori e degli standard di qualità
  • la gestione dei reclami
  • le modalità di gestione delle controversie tra utenti e azienda
  • la gestione degli strumenti di rimborso/indennizzo
  • i servizi per i disabili
  • la verifica della qualità dei servizi

Contatti

Servizio Infrastrutture per la Mobilità e Politiche del Trasporto Pubblico
Piazza Partigiani 1 - 06121 Perugia
Dirigente: Arch. Maurizio Angelici
Tel. 075 504 2660
Fax 075 504 2732
Sezione Amministrativo-Finanziaria
Piazza Partigiani 1 - 06121 Perugia
Rag. Giuseppina Regnini
Tel. 075 504 2807
Fax 075 504 2732
Sezione Programmazione e Monitoraggio
Piazza Partigiani 1 - 06121 Perugia
Ing. Michele Fracasso
Tel. 075 504 2771
Fax 075 504 2732