Notizie
Indietro

Maggio notizia volontari emergenza coronavirus

I volontari umbri nell’emergenza coronavirus
15 mesi di impegno intenso e costante nelle diverse competenze dell’emergenza.

In Umbria, dall’inizio della pandemia nell’anno precedente allo scorso aprile, 3000 volontari di protezione civile iscritti nell’elenco territoriale della Regione Umbria e della Croce Rossa, hanno collaborato con grande spirito di servizio nelle varie attività di gestione delle fasi dell’emergenza Covid.

Tante le attività tecnico-operative e sanitarie che sono state chiamate a svolgere costantemente le autorità locali e sanitarie e che si sono avvalse delle competenze del volontariato, sempre pronto ad occuparsi dell’assistenza alla popolazione e della logistica. Tra i compiti ininterrottamente garantiti, vi sono il supporto fornito ai centri di coordinamento locale, la distribuzione di dispositivi sanitari e di protezione individuale alle strutture sanitarie e protette, i controlli anti contagio territoriali, aeroportuali, ferroviari in ausilio alle forze dell’ordine, la consegna a domicilio di farmaci, generi alimentari e buoni per la spesa, la collaborazione nell’allestimento dei sistemi di sorveglianza sanitaria Covid-19 attraverso i drive-through. Nell’ambito della campagna vaccinale, inoltre, i volontari si sono occupati anche del trasferimento delle squadre vaccinali presso le residenze dei soggetti impossibilitati a raggiungere i punti vaccinali e della gestione delle attività di assistenza ed informazione alla popolazione presso gli stessi.

Questo impegno è un ulteriore conferma della forza e della competenza del volontariato che ha trovato nella collettività nuovi e rafforzati riconoscimenti, nonché un aumentato interesse che ha spinto molte persone a dare il proprio contributo iscrivendosi nelle organizzazioni locali di volontariato, fenomeno che si ripete spesso nelle emergenze.

Da novembre 2020 a marzo 2021, alcune organizzazioni locali hanno preparato corsi per formare gli aspiranti volontari ai principi e conoscenze di protezione civile necessari per svolgere le attività che competono al loro ruolo. In questo modo l’Umbria negli ultimi mesi ha visto crescere questa struttura operativa, arruolando 1024 nuovi volontari.

Per approfondire,consulta la sezione relativa al volontario di protezione civile o della gestione dell’emergenza coronavirus.