Protezione Civile
Protezione Civile
Il Capo Dipartimento della Protezione civile in Umbria al Centro Regionale di Protezione Civile
Uscire dall’emergenza coronavirus e continuare a “mettere a sistema” tutte le attività di protezione civile.
Il Capo Dipartimento della Protezione civile in Umbria al Centro Regionale di Protezione Civile

Oggi il Capo del Dipartimento di Protezione Civile, Fabrizio Curcio, è tornato a far visita al Centro Regionale di Protezione Civile dell’Umbria, accolto con grande entusiasmo dai rappresentanti ed operatori del sistema regionale di protezione civile.

Nel suo saluto, Fabrizio Curcio, ha ricordato il legame operativo con l’Umbria per le emergenze nazionali in cui è stata coinvolta in passato e dalle quali è uscita sempre più cresciuta e rafforzata. Per continuare in questa direzione, il Capo Dipartimento ha espresso la necessità, a livello nazionale e regionale del sistema di protezione civile, di “trovare un percorso per uscire dall’emergenza sanitaria in cui ci troviamo per tornare ad occuparsi pienamente dei temi e delle attività di protezione civile, dalla previsione e prevenzione dei rischi, all’organizzazione del soccorso e degli interventi di superamento delle emergenze”.

Attività che, nonostante la pressione dell’emergenza Covid e la prosecuzione delle azioni connesse con l’emergenza sismica del 2016, la Regione Umbria ha sempre portato avanti arrivando, come ha evidenziato l’assessore Enrico Melasecche Germini, al disegno di legge regionale in materia di protezione civile e alla definizione degli ambiti ottimali di organizzazione delle strutture locali per garantire l’effettività delle funzioni di protezione civile. Nella stessa direzione, come sottolineato dal Direttore Stefano Nodessi, si colloca il potenziamento dell’Ospedale da campo della Colonna Mobile Regionale di protezione civile, già impiegato nel 2009 nell’emergenza sismica in Abruzzo e ora in Umbria per supportare le strutture sanitarie nell’emergenza Covid.

Di fronte alle tante divise del volontariato presenti, Curcio ha quindi sottolineato l’affermarsi ancora una volta del ruolo del volontariato di protezione civile, considerata la struttura operativa “a cui il Paese si è aggrappato” per far fronte alle numerose esigenze dovute all’emergenza coronavirus. 

Infine, ha rivolto un sentito ringraziamento a tutti i dipendenti di protezione civile che lavorano con passione e spirito di abnegazione nella struttura regionale ed in quelle locali del sistema di protezione civile dell’Umbria, espressione concreta del “fare sistema”.


Servizio Protezione civile ed emergenze
Ing. Sandro Costantini
Tel. +39 0742 630701
Fax +39 0742 630790