In evidenza

Proroga dello stato di emergenza sanitaria Covid-19
E' stato prorogato al 31 dicembre 2021 lo stato di emergenza nazionale

Con Decreto-legge 23 luglio 2021, n. 105 è stato prorogato fino al 31 dicembre 2021 lo stato di emergenza in conseguenza del rischio sanitario connesso all'insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili.

 

Il 30 gennaio 2020, in seguito alla segnalazione da parte della Cina (31 dicembre 2019) di un cluster di casi di polmonite ad eziologia ignota (poi identificata come un nuovo coronavirus Sars-CoV-2) nella città di Wuhan, l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) aveva dichiarato emergenza di sanità pubblica di interesse internazionale l'epidemia di coronavirus in Cina. Il giorno successivo il Governo italiano, dopo i primi provvedimenti cautelativi adottati a partire dal 22 gennaio, tenuto conto del carattere particolarmente diffusivo dell'epidemia, ha proclamato lo stato di emergenza e messo in atto le prime misure contenimento del contagio sull'intero territorio nazionale.

 

Dall'inizio dell'emergenza, in considerazione del rischio sanitario connesso al protrarsi della diffusione degli agenti virali da COVID-19, lo stato di emergenza dichiarato con deliberazione del Consiglio dei ministri del 31 gennaio 2020, è stato prima prorogato con le deliberazioni del  Consiglio dei ministri del 29 luglio 2020, del 7 ottobre 2020, del 13  gennaio  2021  e  del 21 aprile 2021 ed ulteriormente prorogato fino al 31 dicembre 2021 con il Decreto-legge 23 luglio 2021, n. 105.

 

 


Servizio Protezione civile ed Emergenze

Ing. Stefania Tibaldi
Tel. +39 0742 630701
Fax +39 0742 630790