Notizie
Raffaello e la Madonna di Foligno. La fortuna di un modello
Dal 24 settembre a Foligno la mostra dedicata ad una delle opere più importanti del grande Maestro.
Raffaello e la Madonna di Foligno. La fortuna di un modello

In occasione del cinquecentesimo anniversario della morte di Raffaello, il Comune di Foligno intendere celebrare il genio del pittore urbinate con la mostra Raffaello e la Madonna di Foligno. La fortuna di un modello dedicata alla fortuna di una delle sue opere più illustri, la Madonna di Foligno, fortemente legata alla storia della città.

L’opera, eseguita tra il 1511 e il 1512, fu commissionata a Roma dal folignate Sigismondo de’ Comitibus, al tempo segretario del Papa Giulio II, e rimase presso l’altare maggiore della chiesa dell’AraCoeli fino al 1565. In quell’anno suor Anna de’ Comitibus, nipote di Sigismondo e badessa del monastero di Sant’Anna, ottenne di trasportarla a Foligno, dove fu esposta per oltre due secoli sull’altare maggiore della chiesa. Qui fu ammirata da artisti, viaggiatori e dai membri di alcune tra le più influenti casate italiane ed internazionali che manifestarono più e più volte l’intenzione di entrarne in possesso. La fama riscossa dall’opera di Raffaello e le sue indubbie qualità pittoriche fecero si che nel febbraio del 1797 venisse requisita dai francesi per incrementare le raccolte d’arte del Musée du Louvre a Parigi. Il dipinto fece ritorno in Italia nel 1816, all’indomani del Congresso di Vienna, entrando a far parte delle raccolte dei Musei Vaticani con l’appellativo con cui ancora oggi è noto: la Madonna di Foligno.

Per maggiori informazioni e approfondimenti :

www.museifoligno.it

www.raffaelloinumbria.it

SCARICA LA LOCANDINA


contatti

Servizio Valorizzazione risorse culturali, Musei, archivi e biblioteche
Via Mario Angeloni, 61 - 06124 Perugia
La Dirigente Dott.ssa Antonella Pinna
Tel. 075 5045405
Fax 075 5045568