In evidenza
Piano sociale regionale 2017/2019
Dopo anni di crisi economica era necessario rinnovare il sistema dei servizi sociali per venire incontro ai nuovi e accresciuti bisogni dei cittadini. Il nuovo Piano mira a rimettere al centro le persone: "People first" e si basa su una governance partecipata e sulla sussidiarietà. Sostiene le politiche attive, non rivoluziona ma innova, disciplina ma non accentra. Punta a realizzare concretamente la gestione associata dei servizi da parte delle zone sociali, a non lasciare indietro nessuno, grazie anche all'utilizzo delle risorse europee del POR Umbria FSE.

Pubblichiamo con piacere questo strumento strategico per la programmazione dei servizi sociali nei prossimi anni, frutto di un lungo percorso di partecipazione.  Di tale percorso e metodo si dà conto nel "Rapporto sulle osservazioni pervenute da organizzazioni pubbliche e del privato sociale", allegato al Piano.

Facendo tutti la nostra parte, possiamo coltivare l'ambizione di rigenerare il welfare umbro, con l'approccio dell'innovazione sociale, valorizzando i talenti delle persone ed investendo sul capitale umano, in una terra aperta al mondo e, nel contempo,  ancorata alla propria identità e ai propri valori come declinati nell'art. 2 dello Statuto regionale.
 

                                                                                         Luca Barberini

                                                        Assessore regionale alla salute, coesione sociale  e welfare

 

 

clicca qui per leggere il testo

 

 

 

 

 


Contatti