Servizi territoriali
Servizi Sanitari offerti sul territorio, come accedervi e dove recarsi. Sono consultabili per argomento.

 Fondo Regionale per la non autosufficienza

Il Piano Regionale Integrato per la non autosufficienza  (PRINA) è stato adottato dal Consiglio Regionale con deliberazione n. 381 del 9 dicembre 2014 e pubblicato nel Supplemento Ordinario n. 1 al Bollettino Ufficiale dell'Umbria - Serie Generale - n. 60  del 24 dicembre 2014.
 

Percorso nascita

Il momento della nascita e tutto il periodo ante e post natale rappresentano una fase cruciale nel ciclo vitale della famiglia, per le grandi potenzialità insite nei profondi cambiamenti che coinvolgono l'individuo ed il nucleo familiare. All'interno dell'esperienza della nascita emergono una molteplicità di istanze che concorrono a costruire e consolidare lo stato di benessere psicofisico.

In tale periodo emerge un bisogno di salute complesso che richiede un approccio multidimensionale operando il passaggio da una logica prestazionale ad una di "presa in carico della triade".

Il Percorso nascita è un programma rivolto alle donne in gravidanza ed alle coppie per accompagnarle dall'inizio della gravidanza fino al 1 anno di vita del bambino nel rispetto della fisiologia. Garantisce assistenza ma anche sostegno ed ascolto alle donne, alle coppie ed  ai nuovi nati/e.

La riorganizzazione della rete del percorso nascita, che la Regione Umbria ha iniziato con la previsione  dell'accorpamento di punti nascita, rappresenterà un input per uniformare il percorso assistenziale e per facilitare la presa in carico delle donne e delle famiglie.

Il percorso nascita è un programma di continuità assistenziale integrata tra Territorio ed Ospedale che vede la collaborazione tra i consultori familiari dei Distretti Sanitari e le strutture di Ostetricia, ginecologia, pediatria  degli ospedali.

 

Ausl1 Consultori  ;  Consultorio Giovani
 

Ausl2  Consultori di Terni, Narni, Amelia, Orvieto

 

Consultorio familiare Foligno  

 

Salute in carcere

Dal 14 giugno 2008 sono trasferite al Servizio sanitario nazionale tutte le funzioni sanitarie svolte dal Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria e dal Dipartimento della giustizia minorile del Ministero della giustizia.

E' quanto prevede il D.P.C.M. 1 aprile 2008 (pubblicato in Gazzetta Ufficiale 30 maggio 2008, n. 126) che discipina "le modalità, i criteri e le procedure per il trasferimento al Servizio sanitario nazionale delle funzioni sanitarie, delle risorse finanziarie, dei rapporti di lavoro, delle attrezzature, arredi e beni strumentali relativi alla sanità penitenziaria" in attuazione dell'Articolo 2, comma 283, Legge 24 dicembre 2007, n2.

La Regione Umbria con atto del 9 giugno 2008 n. 682 ha istituito l'Osservatorio interistituzionale: Regione, Provveditorato Amministrazione Penitenziaria (PRAP) e centro Giustizia Minori. (CGM) per la salute in carcere, al fine di monitorare  le fasi  di trasferimento delle funzioni.

 

Per vedere  i servizi offerti consultare:

ASLUmbria1           ASLUmbria2

 

 




CONTATTI

Servizio Programmazione Socio sanitaria dell'assistenza distrettuale (Ad interim)
Responsabile Dr.ssa Nera Bizzarri
Tel. 075/5045279
Fax 075 504 5569
Sezione Assistenza sanitaria di base, specialistica, tutela salute materno-infantile, disabilità e riabilitazione. Cooperazione sanitaria
Responsabile Dr.ssa Michaela Chiodini
Tel. 075 5045307
Fax 075 504 5569