plastic tax, fioroni: "auspichiamo che il governo si determini a sospendere l'imposta e accolga le nostre istanze"

Perugia  – Il Ministero dell'Economia, su proposta dell'opposizione, sta valutando, tra le prossime misure di sostegno alle attività economiche, la sospensione della plastic e della sugar tax. Sembrerebbe dunque che il Governo stia considerando di bloccarne l'introduzione al fine di non gravare ulteriormente sulle imprese, già profondamente provate dalle difficoltà economiche derivanti dalla crisi sanitaria che sta vivendo il nostro Paese.

   La Giunta della Regione dell'Umbria già da tempo si era espressa su questo tema. L'Assessore alle Politiche per la competitività e crescita del sistema economico e produttivo regionale, Michele Fioroni, infatti, aveva già espresso solidarietà agli imprenditori a seguito di un incontro con le industrie maggiormente interessate. "La tutela dell'ambiente e lo sviluppo di un'economia circolare e sostenibile – secondo Fioroni - non possono essere realizzati tramite una tassa sulla produzione, funzionale unicamente a penalizzare le aziende. Un'imposta inoltre chiaramente iniqua e distorsiva anche perché si va ad aggiungere al contributo ambientale CONAI, che le imprese già pagano per la gestione degli imballaggi in plastica".       Insieme alla Regione Piemonte,la Regione dell'Umbria si era dunque già detta contraria all'introduzione della plastic tax.

   L'Assessore Michele Fioroni afferma soddisfatto: "Auspichiamo che il Governo si determini a sospendere l'imposta e che accolga le nostre istanze di contrarietà già espresse in sede di Conferenza Stato-Regione. La grave emergenza in corso nel nostro paese richiede che vengano varate misure economiche solidali e di sostegno alle nostre imprese, non certo di penalizzarle con una tassa iniqua."