La rete CPT
Organizazione nazionale e regionale dei CPT, l'universo di riferimento, la metodologia

 L'organizzazione

 

Il Sistema è coordinato da una Unità Tecnica Centrale, operante nell'ambito dell'Unità di Valutazione degli Investimenti Pubblici del Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica, e da 21 Nuclei operativi presso ciascuna Regione e Provincia autonoma, istituiti con nomina del rispettivo Presidente.

All' Unità tecnica centrale spetta il compito di supervisione e di coordinamento metodologico e operativo del sistema nonché la raccolta, l'analisi e la riclassificazione dei flussi finanziari dello Stato e degli enti del comparto statale.

Ai Nuclei regionali  spetta un ruolo di primo piano, attribuendo ad essi la responsabilità dell'elaborazione dei singoli conti regionali attraverso la raccolta, analisi e riclassificazione dei flussi finanziari degli enti regionali e sub-regionali (enti dipendenti, consorzi, aziende e società partecipate da Regioni e Enti Locali).

 

Il Nucleo della Regione Umbria (in corso di aggiornamento) è stato nominato con Decreto n.63 del 18 luglio 2014, pubblicato sul B.U.R. n.38 del 6 agosto 2014 serie generale, ed era costituito da:

 

  • Lucio Caporizzi – Direttore regionale (protempore) della Programmazione, innovazione e competitività dell'Umbria;
  • Mirella Castrichini – Capo di Gabinetto (protempore) della Presidente della Giunta della Regione Umbria;
  • Carlo Cipiciani - Dirigente regionale (protempore) del Servizio Programmazione strategica generale della Regione Umbria;
  • Bruno Pinchi – Dirigente regionale (protempore) del Servizio Controllo strategico e valutazione politiche della Regione Umbria;
  • Simona Azzarelli  - Responsabile (protempore) della Sezione  Controllo strategico e valutazione delle politiche della Regione Umbria;
  • Ombretta Stefanelli - del Servizio Controllo strategico e valutazione politiche della Regione Umbria;
  • Giacomo Frau  - in qualità di collaboratore a supporto dell'attività del Nucleo regionale CPT.

 

 L'universo di riferimento

 

Il Sistema Conti Pubblici Territoriali produce informazioni con riferimento a due universi:

  • la Pubblica Amministrazione (PA)
  • il Settore Pubblico Allargato (SPA)

La definizione adottata per la Pubblica Amministrazione coincide fondamentalmente con quella della contabilità pubblica italiana ed è costituita da enti che, in prevalenza, producono servizi non destinabili alla vendita.


La definizione di Settore Pubblico Allargato è in linea con quanto richiesto dall'UE per la verifica del principio di addizionalità ed è costituito, in aggiunta alla PA, da un Settore Extra PA (costituito da enti sia a livello centrale che locale, sub-regionale) che si fonda sui seguenti criteri:

  • l'appartenenza sostanziale al settore che produce servizi di pubblica utilità;
  • l'appartenenza formale al Settore pubblico, nel senso che sia ancora riscontrabile un controllo (diretto o indiretto) nella gestione e/o un intervento nel finanziamento degli organismi in questione da parte degli Enti pubblici;
  • l'aver già ottenuto nel passato o la possibilità di ottenere nel futuro quote dei Fondi strutturali comunitari.

 

 La metodologia utilizzata

 

 La natura dei Conti Pubblici Territoriali è di tipo finanziario: la ricostruzione dei flussi finanziari consolidati è quindi effettuata sulla base dei bilanci consuntivi degli enti pubblici, registrando le entrate e le spese effettivamente realizzate.

La rilevazione della Componente allargata del settore pubblico ha imposto l'applicazione di un'attenta metodologia di conversione dalla contabilità economica, propria della maggior parte di tali enti, alla contabilità finanziaria adottata nella rilevazione CPT.

Le fonti informative adottate dal Sistema CPT, con l'indicazione del tipo di documento contabile utilizzato, sono riassunte nella tabella.

 Nel giugno 2007 è stata pubblicata la Guida ai Conti Pubblici Territoriali che contiene aspetti metodologici e operativi per la costruzione di conti consolidati di finanza pubblica a livello regionale e che aggiorna e amplia la prima edizione del 2000. La Guida ai Conti Pubblici Territoriali è, con il volume dedicato ai suoi approfondimenti, uno strumento che ricostruisce organicamente obiettivi, metodi e scelte sottostanti la costruzione dei CPT.

 La banca dati CPT viene quindi periodicamente rivista procedendo a modifiche ordinarie dovute alla disponibilità di informazioni di base, più stabili per gli anni più recenti, e al consueto aggiornamento degli indicatori utilizzati per la regionalizzazione dei flussi. I sostanziali cambiamenti metodologici, rispetto alla Guida metodologica effettuati fino ad oggi vengono pubblicati attraverso degli aggiornamenti ordinari e straordinari.

 




CONTATTI

Nucleo Regionale Conti Pubblici Territoriali (CPT)
Via M. Angeloni, 61 - Palazzo Broletto - 06124 Perugia
Tel. 0755045698
Responsabile progetto:
Lucio Caporizzi - Direttore alla Programmazione, affari internazionali ed europei. Agenda Digitale, Agenzie e società partecipate
Tel. 0755045696
Componenti:
Mirella Castrichini Capo di Gabinetto della Presidente della Giunta regionale
Tel. 0755043574
Carlo Cipiciani Dirigente del Servizio Programmazione generale
Tel. 0755045674
Simona Azzarelli - Servizio Controllo strategico
Tel. 0755045698
Ombretta Stefanelli - Servizio Controllo strategico
Tel. 0755045073
Giacomo Frau - Assistenza tecnica CPT
Tel. 0755045714