Idroelettrico
L'energia cinetica posseduta dall'acqua sia che fluisca lungo un corso o che sia accumulata in un bacino e convogliata in condotte forzate, può essere trasformata in energia elettrica.

La tecnoclogia idroelettrica

La conversione non avviene, però, in modo diretto; infatti una portata d'acqua interagisce in primo luogo con una turbina generando energia meccanica. Quest'ultima, a sua volta, viene traferita ad un generatore di corrente. In alcuni casi tali impianti sfruttano l'energia potenziale dell'acqua, la cui massa si trova ad una quota superiore rispetto alla posizione delle turbine, per generare prima energia cinetica, poi energia meccanica ed infine energia elettrica. L'utilizzazione di questa risorsa attraverso la costruzione di grandi impianti idraulici a bacino ha raggiunto in Europa un livello di sfruttamento prossimo al potenziale teorico.

 

 

La procedura amministrativa

Le procedure amministrative per l'autorizzazione all'installazione ed all'esercizio degli impianti idroelettrici sono oggetto del R.R. n. 7 del 29 luglio 2011. Tali procedure sono definite nell'Allegato A del R.R. 7/2011, diversificate in funzione di alcuni parametri (potenza elettrica installata, ubicazione e tipologia di impianto, vincoli esistenti nell'area), e sono le seguenti:

  • COMUNICAZIONE

  • PROCEDURA ABILITATIVA SEMPLIFICATA

  • AUTORIZZAZIONE UNICA

Nella realizzazione degli impianti, al fine di non pregiudicare il valore paesaggistico - naturalistico ed i caratteri di biodiversità dei corsi d'acqua, si devono rispettare i criteri generali di localizzazione e progettazione di cui all'Allegato B nonché considerare le aree non idonee elencate nell'Allegato C del R.R. 7/2011.

 

 

La modulistica

La modulistica di seguito riportata, come previsto dall'art. 3 comma 7 del R.R. 7/2011, è stata adottata con Deliberazione della Giunta Regionale n. 1466 del 06.12.2011.

Procedura

Modulistica

Comunicazione

Modello Comunicazione

Modello informativo

Scheda di monitoraggio

Procedura Abilitativa Semplificata (PAS)

Modello PAS

Autorizzazione Unica (AU)

Modello AU

SCIA e PdC

 

Modello informativo: copia del modello informativo dovrà essere inviata al Servizio Energia della Regione tramite PEC all'indirizzo direzioneambiente.regione@postacert.umbria.it oppure regione.giunta@postacert.umbria.it indicando nell'oggetto "Servizio Energia: modello informativo".

 

Scheda di monitoraggio: la scheda di monitoraggio della produzione di energia elettrica dovrà essere compilata per tre anni solari consecutivi a far data dal 1° gennaio successivo alla data di messa in esercizio per impianti di potenza nominale superiore a 20 KW e dovrà essere inviata  tramite PEC all'indirizzo direzioneambiente.regione@postacert.umbria.it oppure regione.giunta@postacert.umbria.it entro il 31 gennaio, indicando nell'oggetto "Servizio Energia: scheda monitoraggio produzione".

 

Modulo informativo: Comuni e Province trasmettono alla Regione, entro il 31 gennaio di ogni anno, il modulo informativo di cui all'art. 3 comma 7 del R.R. 7/2011, contenente le informazioni ed i dati relativi alle procedure di propria competenza (Modulo Comuni - Modulo Province).

 

 

Ulteriori valutazioni

In base alla tipologia, alla potenza installata e all'ubicazione, i progetti di impianti possono essere sottoposti a verifica di assoggettabilità o a valutazione di impatto ambientale (D. Lgs. 3 aprile 2006, n. 152). Si rimanda alla tabella riassuntiva inerente i procedimenti VIA/VAS.


Contatti

Contenuti con sezione di competenza Idroelettrico .

Servizio Energia, qualità dell'ambiente, rifiuti, attività estrattive
Ing. Michele Cenci
Tel. 075 5045930