Edilizia bibliotecaria

I servizi della biblioteca, ovvero sia la sua ragion d'essere, sono strettamente legati al suo involucro materiale cioè all' edificio e alle sue pertinenze. E' attraverso di esso che i servizi si rivelano, si qualificano e si fanno conoscere dal cittadino. Proprio per l'importanza di questo rapporto struttura/servizio, la Regione Umbria, da sempre, ha posto quale obiettivo strategico della programmazione settoriale, il ripristino o l'adeguamento di strutture bibliotecarie e la creazione di nuove sedi.

 

In base a quanto stabilito dal Codice dei Beni culturali e del paesaggio e dando attuazione agli artt. 19,20,21 della L.R. 37/90 in ordine al Piano annuale per l'edilizia bibliotecaria, la Regione cofinanzia interventi di edilizia bibliotecaria al fine di raggiugere i seguenti scopi:

  1. la conservazione, la tutela, la fruizione, e la valorizzazione dei beni librari e documentari;
  2. la riqualificazione, l'ampliamento, la ristrutturazione delle sedi;
  3. lo sviluppo diffuso ed omogeneo degli istituti bibliotecari, ai fini della promozione della lettura, di iniziative e di attività culturali, nonché dello studio e della ricerca.

Nel corso degli anni, molte biblioteche umbre sono state ampliate (o riqualificate) ma alcune soffrono ancora di carenze strutturali che incidono sulla funzionalità dei servizi. Recentemente, l'inaugurazione delle nuovi grandi sedi delle Biblioteche comunali di Orvieto e di Spoleto e l'apertura di nuove (o rinnovate) biblioteche dei piccoli centri quali Castel Giorgio, Campello sul Clitunno, Magione, Spello, hanno dato vita ad una nuova stagione delle biblioteche umbre. L'adeguamento di questi edifici ha permesso il miglioramento delle loro performance, sia in termini di soddisfazione delle esigenze dell'utenza, sia in termini di aumento qualitativo e quantitativo di servizi innovativi al pubblico.

 

Interventi con risorse regionali

 

Gli interventi di edilizia finanziati con le risorse regionali sono attuati e definiti ogni anno attraverso un Bando i cui atti e i procedimenti sono ispirati al principio della collaborazione istituzionale e si collocano nel quadro delle priorità stabilite dalla programmazione regionale. Il programma annuale è lo strumento attuativo della Legge regionale n.37/1990.

 

Interventi con risorse nazionali e comunitarie

Le risorse comunitarie F.E.S.R. e le risorse nazionali F.A.S. hanno permesso il finanziamento di progetti per l'adeguamento di grandi e piccoli Istituti bibliotecari appartenenti agli Enti locali come ad esempio quelli nei comuni di Città di Castello,Gubbio,Orvieto.


Contatti

SEZIONE Biblioteche e Archivi Storici
Via Mario Angeloni n.61 06124 Perugia
Responsabile Olimpia Bartolucci
Tel. 075/5045426

Via M. Angeloni n.61
Gianfranca Chiaretti
Tel. 075 504 5464

P.O.P. Attività tecnico-professionale per la salvaguardia e conservazione dei beni culturali negli istituti e luoghi della cultura
Via M. Angeloni n.61
Sergio Fatti
Tel. 075 504 5491

Modulistica

L.37/90 - Biblioteche - Programma 2019 - Assegnazione contributi

D.D. n. 9013 del 13.09.2019

Allegato A

Allegato B

Allegato 1

Allegato 2

Allegato 3