Infrastrutture tecnologiche digitali
Missione A: Assicurare un'infrastruttura digitale utilizzabile dal sistema pubblico e privato

L'intervento pubblico sulle infrastrutture attenua il rischio di avere reti veloci concentrate in poche zone ad alta densità, con alti costi di accesso e uso.

Digitalizzare i servizi della Pa richiede infrastrutture digitali che comprendano, oltre alla dotazione di rete (banda larga e ultralarga), un insieme integrato di tecnologie informatiche che assicurino un utilizzo di risorse distribuite in remoto, come data center e cloud computing.


Per la Regione assolvere questa missione significa:


- Far evolvere l'infrastruttura tecnologica digitale di tutta la pubblica amministrazione umbra, potenziando anche standard e servizi infrastrutturali, proseguendo nell'evoluzione delle reti a banda larga/ultralarga e nel consolidamento dei data center pubblici;

 

- Aumentare le opportunità di accesso e utilizzo delle infrastrutture pubbliche da parte di cittadini, professionisti e imprese per ridurre la polarizzazione tra utenti forti e utenti deboli tipica del territorio umbro e che segnala un aspetto del divario digitale infrastrutturale (digital divide) in particolare per le aree rurali;

 


Creare ecosistemi sostenibili, interoperabili e sicuri nei quali tutti gli attori condividano un insieme di regole e standard, in un quadro di forte cooperazione anche tra pubblico e privato, presidiati dalla regolazione pubblica.

Fa parte di questa missione il Piano telematico regionale, che preesiste all'Agenda digitale ed è strumento di pianificazione programmatica delle infrastrutture.

 

Per altre informazioni:

 


Contatti